Ultimo aggiornamento alle 9:43
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

«Lo Stato protegga Gratteri con ogni mezzo»

REGGIO CALABRIA  Il presidente della Regione Calabria Mario Oliverio, non appena saputa la notizia dell’episodio misterioso ed inquietante che ha coinvolto il figlio di Nicola Gratteri, h…

Pubblicato il: 16/01/2016 – 17:54
«Lo Stato protegga Gratteri con ogni mezzo»

REGGIO CALABRIA  Il presidente della Regione Calabria Mario Oliverio, non appena saputa la notizia dell’episodio misterioso ed inquietante che ha coinvolto il figlio di Nicola Gratteri, ha telefonato al magistrato per informarsi di quanto accaduto e per esprimergli la propria vicinanza. Nel corso del colloquio, Oliverio – secondo quanto si è appreso – ha anche sottolineato la necessità di un’azione sempre più forte a tutela della posizione di Gratteri, magistrato impegnato in delicatissime indagini sulla ‘ndrangheta. Il capogruppo del Pd in regione Sebi Romeo segnala invece che «L’inquietante episodio denunciato dal figlio di Nicola Gratteri segnala, ancora una volta, il rischio che corre un uomo impegnato a difesa della legalità e contro le organizzazioni criminali. Questo rischio è purtroppo esteso alle persone a lui più care. Lo Stato protegga con ogni mezzo Gratteri ed i suoi familiari, costretti a vivere nella paura perché l’azione incisiva e vera del procuratore è riuscita ad incidere sugli interessi del narcotraffico ed a svelare intrecci affaristici a più livelli. Sono certo che Gratteri non recederà, ma è altrettanto fondamentale che attorno al suo lavoro vi sia solidarietà, sostegno istituzionale e apprezzamento popolare». 
«Il grave episodio di intimidazione – afferma la deputata del Pd Enza Bruno Bossio – perpetrato nei giorni scorsi ai danni del figlio di Nicola Gratteri, uno dei magistrati più esposti sul fronte della lotta alla ‘ndrangheta, dimostra, qualora ce ne fosse ancora bisogno, il grado di pervasività e pericolosità della criminalità calabrese. La circostanza che Nicola Gratteri, proprio in questi giorni, sia impegnato in un difficile e importante lavoro di indagine sul traffico di droga internazionale che ha proprio nelle ‘ndrine calabresi il “cervello operativo”, non può che destare viva preoccupazione. Occorre garantire a Nicola Gratteri ed alla sua famiglia la necessaria sicurezza per potere continuare un lavoro che sta dando colpi decisivi alla “piovra” calabrese. Vicino a quest’uomo coraggioso ed alla sua famiglia oggi non ci sono soltanto le istituzioni e lo Stato ma tutta la società civile della Calabria».
Solidarietà a Gratteri anche dal Gruppo cooperativo Goel: «La ‘ndrangheta – afferma il presidente Vincenzo Linarello – non si sogni di toccare Nicola Gratteri e la sua famiglia. Tutto il popolo calabrese onesto e perbene è al suo fianco, tutto il popolo italiano lo stima e lo ammira».
«Vicinanza a Nicola Gratteri e alla sua famiglia. Siamo al suo fianco nel grande lavoro che compie per una regione libera dalla criminalità». Così, su Twitter, il deputato del Pd e componente della commissione Antimafia Ernesto Magorno.
«Sono totalmente vicino al dottor Nicola Gratteri, vittima ancora una volta di un episodio inquietante denunciato dal figlio. Ciò che è accaduto – dice il il capogruppo al Senato del Movimento 5 Stelle, Mario Michele Giarrusso – dimostra, se ancora ce ne fosse bisogno, il rischio che corre Gratteri, da sempre impegnato nella difesa della legalità contro le organizzazioni criminali e non soltanto contro la ‘ndrangheta». Il senatore pentastellato  chiede « massima sicurezza per il dottor Gratteri e per i suoi familiari», ma si dice convinto che «Nicola Gratteri non indietreggerà di un millimetro rispetto alle sue lotte che sono un vanto per l’Italia tutta e che meritano sostegno istituzionale oltre che solidarietà e apprezzamento della intera società».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x