Ultimo aggiornamento alle 12:38
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Primarie, Pse: il Pd tratta Cosenza come una provincia dell'impero

COSENZA «La città la scegliete voi 6 marzo 2016 primarie di coalizione di centrosinistra». Questo manifesto «campeggia – è scritto in un comunicato del Pse di Cosenza – oggi a Battipaglia. I t…

Pubblicato il: 06/03/2016 – 15:42
Primarie, Pse: il Pd tratta Cosenza come una provincia dell'impero

COSENZA «La città la scegliete voi 6 marzo 2016 primarie di coalizione di centrosinistra». Questo manifesto «campeggia – è scritto in un comunicato del Pse di Cosenza – oggi a Battipaglia. I telegiornali ci fanno vedere la celebrazione in tutte le città d’Italia di una festa democratica che sono le primarie di coalizione. A Trieste città irredentista di liberi pensatori il Pd friulano ha chiesto al bravo sindaco Roberto Cosolini, uscente, sempre del Pd di fare le primarie per misurarsi lealmente con altro candidato. Solo a Cosenza, che evidentemente ritengono di trattare come lontana inutile e bassa provincia dell’impero, i dirigenti del Pd sopprimono le primarie avendo deciso, con quella che nei comunicati ufficiali viene definita “larga condivisione”, di convergere su un candidato non iscritto al Pd che ha detto di non voler fare le primarie perché inaffidabili».
«Tutto – è scritto nella nota – sembra sia avvenuto su ordine di Renzi prontamente eseguito da obbedienti guardiani. Dunque coloro che si ritengono dirigenti politici della coalizione hanno deciso, peraltro non unanimemente, ciò che il verso di Renzi assegna ai cittadini in ogni altra parte d’Italia. Ovunque fino al confine calabrese. La considerazione che ne deriva è che al divario geografico ed economico tra Nord e Sud si aggiunge anche quello politico. Una grande stagione e grandi politici ci avevano fatto sentire uguali quantomeno sul piano della dignità. Oggi sentiamo che la differenza tra cosentini e triestini sta anche nel valore e nella libertà di pensiero della classe dirigente. Qualcuno comincia a dire che l’acronimo pd vuol dire Perdiamo Dignità; noi ci limitiamo ad aggiungere un prefisso Partito (anti)Democratico».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x