Ultimo aggiornamento alle 16:05
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

«Tansi si rivolga all'Anticorruzione»



CATANZARO «Non ci voleva molto a capire che le iniziative “politiche” del dottor Carlo Tansi, “scienziato” strappato dalla Regione ai più celebrati centri di ricerca italiani ed europei, avrebber…

Pubblicato il: 11/03/2016 – 9:34
«Tansi si rivolga all'Anticorruzione»




CATANZARO «Non ci voleva molto a capire che le iniziative “politiche” del dottor Carlo Tansi, “scienziato” strappato dalla Regione ai più celebrati centri di ricerca italiani ed europei, avrebbero finito nel cacciare nei guai anche il presidente Oliverio. Lo scambio epistolare tra il capo della protezione civile regionale e il capo del dipartimento nazionale Fabrizio Curcio non lascia dubbi e inchioda l’attuale governatore a forti responsabilità in ordine all’attuazione e al controllo della O.P.C.M. n. 3531/2006 Alluvione Vibo Valentia del 3 luglio 2006». Lo dice il consigliere regionale Domenico Tallini, che prosegue nella sua polemica nei confronti di Tansi e analizza gli atti del responsabile della Protezione civile regionale. Atti che, nella visione dell’esponente dell’opposizione, potrebbero rivelarsi un autogol per il governatore.
«Ma se Tansi ha ottenuto quello che cercava – prosegue il consigliere di Forza Italia –, vale a dire un’inchiesta amministrativa sulle presunte irregolarità che avrebbe riscontrato nell’attuazione dell’ordinanza, ora – per coerenza – deve andare avanti ed inviare subito e senza indugio alcuno tutta la documentazione al presidente dell’Anac Cantone e alla responsabile dell’Anticorruzione della Regione, dottoressa Gabriella Rizzo, perché accertino se il governatore Oliverio ha correttamente svolto le funzioni attribuitegli per il superamento delle criticità di cui all’ordinanza ministeriale n. 3531/2006».
Tallini scende nel dettaglio: «In poche parole, l’Anticorruzione dovrà accertare perché nel periodo intercorso dalla sua elezione (novembre 2014) a oggi, il governatore non ha esercitato i suoi esclusivi poteri per superare le criticità e per fare emergere le presunte irregolarità oggi denunciate da Tansi. Un’inerzia che, all’esame dell’Anac, potrebbe risultare – se provata – molto grave e negativa per il presidente Oliverio».
L’invito finale è condito di sarcasmo: «Non abbiamo dubbi che il dottor Tansi, con felpa e tanto di bardatura tricolore, troverà il tempo, benché impegnatissimo a insultare i consiglieri regionali con varie interviste e su facebook, di trasmettere al più presto la documentazione all’Autorità Anticorruzione, senza farsi condizionare dalla “gratitudine” verso il suo presidente Oliverio che lo ha scelto tra tanti anche più titolati di lui».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x