Ultimo aggiornamento alle 6:56
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Assemblea Pd, Magorno avvia la riorganizzazione

CATANZARO «L’assemblea regionale del Pd calabrese che terremo il 28 e 29 luglio sarà un evento straordinario. Siamo consapevoli del fatto che è necessario e indispensabile avviare un percorso …

Pubblicato il: 10/07/2016 – 18:19
Assemblea Pd, Magorno avvia la riorganizzazione

CATANZARO «L’assemblea regionale del Pd calabrese che terremo il 28 e 29 luglio sarà un evento straordinario. Siamo consapevoli del fatto che è necessario e indispensabile avviare un percorso di seria e profonda ristrutturazione del partito a ogni livello». È quanto afferma, in una dichiarazione, il segretario regionale del Pd, Ernesto Magorno. «L’assemblea regionale – prosegue Magorno – sarà chiamata a decidere e definire insieme il progetto di riorganizzazione, chiamando all’appello la comunità vasta e aperta del nostro partito. Sarà una due giorni del Pd calabrese, una vera e propria assise organizzativa con la partecipazione dei segretari di circolo per discutere dello stato di salute del partito e di come metterne in atto il rilancio dal basso attraverso una partecipazione democratica». Il segretario regionale – è scritto in un comunicato del partito – ha anche concordato con il capogruppo regionale Sebi Romeo una riunione con i consiglieri regionali democrat che si terrà venerdì 15 luglio al fine di iniziare un primo confronto tra il partito e il gruppo.
«Decisioni – prosegue Magorno – prese con il pieno coinvolgimento dell’intero Pd calabrese, ascoltando tutti e rendendo protagonisti i territori, in un’assemblea che dovrà essere il sale della democrazia e anche il nostro tratto distintivo di forza politica che sa discutere e che non delega le sue scelte, ma le sviluppa attraverso il libero confronto e la ricerca di quelle condivise e unitarie. Se ci riusciremo, potremmo diventare un modello da proporre al resto del partito nell’intero Paese. Uno dei temi che affronteremo quella sede sarà sicuramente quello delle riforme costituzionali e del referendum: la sfida più grande di cui dobbiamo sentire tutti la responsabilità  in maniera collettiva, impegnandoci con il massimo delle forze per portare, anche e soprattutto, i calabresi a votare per dire sì al futuro. Occorre, allora – sostiene il segretario regionale democrat – costituire un gruppo dirigente a cui affidare il coordinamento del referendum e che guidi il partito all’appuntamento di ottobre e poi al congresso nazionale e quindi regionale, come già annunciato da Renzi in direzione. Ho, pertanto, chiesto al deputato Demetrio Battaglia di occuparsi di costituire il gruppo per il coordinamento del referendum. Il nostro è un partito che ha grande responsabilità e bisogna abbandonare ogni forma di polemica e divisione interna per camminare uniti e forti verso il Referendum. Non possiamo permetterci di fallire: dovremo essere capaci di costruire tutti insieme il futuro del Partito democratico calabrese. Lo dobbiamo alla Calabria e ai cittadini della nostra terra».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x