Ultimo aggiornamento alle 23:37
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

Scacco alla rete dello spaccio nel Lametino

CATANZARO Gli agenti della Squadra Mobile di Catanzaro – in collaborazione con il Commissariato di Lamezia Terme – questa mattina hanno eseguito cinque ordinanze di custodia cautelare in carcere ne…

Pubblicato il: 16/12/2016 – 12:32
Scacco alla rete dello spaccio nel Lametino

CATANZARO Gli agenti della Squadra Mobile di Catanzaro – in collaborazione con il Commissariato di Lamezia Terme – questa mattina hanno eseguito cinque ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di altrettanti soggetti, accusati di associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti. L’operazione odierna non è altro che il prosieguo dell’operazione “Lucifero” che già nei giorni scorsi aveva portato al fermo di altri 6 soggetti. Le nuove ordinanze emesse dal gip di Catanzaro, Giuseppe Perri su richiesta della Dda, riguardano Giuseppe Campisano, 29 anni, Francesco Cittadino, 52, Marcello Ciliberto, 36, Domenico Mazzotta, 22 e Bruno Mazzotta di 68 anni, già in carcere nel corso della prima operazione. Secondo quanto emerso nel corso delle indagini, Campisano, di fatto, sarebbe il promotore dell’organizzazione criminale, intenzionato ad espandersi nel mercato della droga anche nei territori di Maida e San Pietro a Maida, servendosi della stretta collaborazione delle altre persone appartenenti al gruppo criminale.
Tra i fatti contestati agli indagati, ci sono diversi episodi di cessione di droga a tossicodipendenti della zona tra il dicembre 2015 e l’aprile del 2016. Nel corso dell’operazione odierna, inoltre, sono state eseguite anche diverse perquisizioni domiciliari a San Pietro a Maida.