Ultimo aggiornamento alle 19:52
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

E ora il Pd potrebbe aggrapparsi a Fiorita

CATANZARO Prove tecniche di riallineamento politico-sociale, potremmo indicarle così quelle che in queste ore hanno vita attorno al nodo delle imminenti elezioni comunali di Catanzaro. Questo, alme…

Pubblicato il: 20/02/2017 – 15:12
E ora il Pd potrebbe aggrapparsi a Fiorita

CATANZARO Prove tecniche di riallineamento politico-sociale, potremmo indicarle così quelle che in queste ore hanno vita attorno al nodo delle imminenti elezioni comunali di Catanzaro. Questo, almeno, per quel che riguarda il centrosinistra dove l’unico candidato di area sembra rimanere solo il professore Nicola Fiorita. Troppo bipartisan l’autocandidatura di Maurizio Mottola d’Amato, mentre i centristi non hanno sciolto la riserva ma restano fortemente intenzionati ad andare da soli come terzo polo, guidati dal Ncd di Piero Aiello.
In tempi di scissione, fatalmente, la candidatura di Nicola Fiorita appare l’unica che può tenere insieme chi resta e chi esce dal Pd, valorizzando anche il rapporto con la sinistra storica e quello con i movimenti che diedero vita alla candidatura di Salvatore Scalzo, una esperienza che oggi si tenta di riscoprire dopo avere preso atto che forze avrebbe meritato, cinque anni fa, maggiore considerazione.
Tutto questo fa da sfondo agli incontri avuti da Nicola Fiorita con i vertici catanzaresi del Pd ed a quelli che sono in calendario per i prossimi giorni, a partire da quello programmato con Ernesto Magorno, segretario regionale del Pd.
In ogni caso quel che appare ormai certa è la decisione di Fiorita: tagliare i ponti alle sue spalle e scendere in campo offrendo alla cosiddetta, società civile la possibilità di avviare un robusto cambiamento pur restando nell’alveo dei partiti storici. Non fanno mistero, infatti, quanti affiancano in questa fase di start up Fiorita, della loro vera ambizione: dimostrare che movimenti civici e partiti storici possono avere un percorso comune. Musica per le orecchie di un Pd atteso alla prova delle amministrative. La segreteria Magorno deve dimostrare che dopo le sconfitte di Crotone e Cosenza è capace di risalire la china e che, in questa direzione, la vittoria di Franco Iacucci alle Provinciali di Cosenza non è un fatto episodico. Inoltre il Pd ha la necessità di mandare un segnale chiaro anche ad altre importanti istituzioni: la necessità di vincere non spingerà in direzione di pericolose avventure elettorali. Meglio combattere con una candidatura trasparente ed un programma chiaro che ricorrere a formule ibride, magari capaci anche di far vincere ma pronte a presentare, subito dopo, conti troppo salati, fino a sovraesporre quel che rimane della credibilità della politica, attesa la pericolosità di alcuni compagni di viaggio.
Tutte cose che verranno ribadite nella riunione degli stati generali del Pd catanzarese, convocata per questo fine settimana. In quella occasione Magorno e Cardamone non faranno mistero della loro libertà di azione e della volontà di recuperare in termini di immagine e di affidabilità. Dal canto suo anche Nicola Fiorita, assicurano, arriverà preparato: nessuna preclusione e nessuna prescrizione ma le liste dovranno essere cariche di dignità e le regole improntate alla più intransigente trasparenza. Il corpo elettorale catanzarese dovrà essere messo nella condizione di scegliere tra i riti e le alchimie imprenditorial-politiche del passato ed un recuperato municipalismo che guarda ai servizi primari dei cittadini ed alla crescita del ruolo di capoluogo regionale.
Un’offerta, e una scommessa, che il Pd proprio perchè alle prese con una grossa crisi di identità, ha tutto l’interesse a far propria. Con la segreta speranza di potersi presentare, una volta tanto, come laboratorio che risolve i nodi della politica nazionale, invece di creare nuovi imbarazzi.  

Paolo Pollichieni
direttore@corrierecal.it

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x