Ultimo aggiornamento alle 21:27
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Le commissioni ballerine dell'Asp di Cosenza

COSENZA Si può stoppare una selezione quando pare arrivata a un passo dall’esito? Succede all’Asp di Cosenza e, come spesso accade, gli atti firmati dal direttore generale Raffaele Mauro finiscono …

Pubblicato il: 17/03/2017 – 8:32
Le commissioni ballerine dell'Asp di Cosenza

COSENZA Si può stoppare una selezione quando pare arrivata a un passo dall’esito? Succede all’Asp di Cosenza e, come spesso accade, gli atti firmati dal direttore generale Raffaele Mauro finiscono al centro di possibili ricorsi amministrativi. Ma veniamo ai fatti. Il 5 gennaio scorso, il dg pubblica un “Avviso per incarico di sostituzione ex articolo 18” per l’Unità operativa complessa di Chirurgia generale dell’ospedale Spoke di Castrovillari. Più di un mese dopo, il 15 febbraio, si perfeziona un passaggio fondamentale: è sempre Mauro a nominare la commissione che si occuperà della valutazione comparata dei curricula. A scegliere sulla base dei titoli dei due partecipanti, che sono Leonardo D’Amato e Rodolfo Catananti, saranno Massimo Candela (presidente e direttore del dipartimento di Chirurgia), Giovanni Stoppelli e Pierluigi Fava (componenti e rispettivamente direttori – il primo facente funzioni – di Chirurgia generale a Paola-Cetraro e di Oculistica a Castrovillari) e Antonio Pacenza (segretario, funzionario dell’Uoc Risorse umane).
Il lavoro della commissione va avanti senza scossoni per circa un mese. Poi arriva un nuovo atto di Mauro che cambia le carte in tavola: il 14 marzo la squadra chiamata a scegliere tra D’Amato e Catananti “salta”. Il dg ne nomina una nuova, in cui figurano due nuovi componenti: il direttore sanitario Francesco Giudiceandrea e Matteo Fiorentino, direttore di Terapia interna e Anestesia dello Spoke di Castrovillari, sostituiscono Candela e Stoppelli (presidente e componente della prima commissione). Perché questo cambio in corsa? Perché – si legge nella determinazione di marzo – «nell’Asp di Cosenza non sono attualmente in servizio direttori Uoc di Chirurgia e il dottor Stoppelli Giovanni è facente funzioni, per cui è necessario procedere alla sua sostituzione con un direttore di Struttura complessa e alla nomina a presidente della commissione del direttore sanitario aziendale». È Mauro che si (auto)smentisce, bocciando le sue nomine con disinvoltura.
Il guaio è che i boatos dell’Asp davano praticamente per conclusi i lavori della commissione che, ora, dovrà ripartire da zero. E non è escluso che qualcuno voglia vederci chiaro, andando a scandagliare gli atti per capire a che punto fosse arrivato il procedimento. L’ospedale e il posto di Chirurgia generale, nel caos amministrativo dell’Asp, intanto, aspettano.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x