Ultimo aggiornamento alle 22:13
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

“Costa pulita”, in 29 chiedono il rito abbreviato

CATANZARO Degli 82 imputati del procedimento scaturito dall’inchiesta “Costa pulita” condotta dalla Dda di Catanzaro contro i clan della costa vibonese, 29 hanno avanzato al gup distrettuale del ca…

Pubblicato il: 28/03/2017 – 15:56
“Costa pulita”, in 29 chiedono il rito abbreviato

CATANZARO Degli 82 imputati del procedimento scaturito dall’inchiesta “Costa pulita” condotta dalla Dda di Catanzaro contro i clan della costa vibonese, 29 hanno avanzato al gup distrettuale del capoluogo la richiesta di essere processati con il rito abbreviato. Fra questi anche il presidente della Provincia di Vibo e sindaco di Briatico Andrea Niglia, accusato di corruzione elettorale aggravata dalle finalità mafiose. Altre richieste di rito abbreviato sono state avanzate dall’ex sindaco di Briatico Francesco Prestia e dall’ex consigliere comunale Sergio Bagnato, entrambi accusati di concorso esterno in associazione mafiosa. Analoga richiesta è stata avanzata anche dall’ex consigliere comunale di Vibo Giancarlo Giannini e, fra gli altri, anche dal boss di Cosmo Michele Mancuso, da Carmine e Filippo Il Grande, ritenuti i capi dell’omonimo clan di Parghelia, e da Antonino Accorinti e dal figlio Antonio, considerati i vertici dell’omonimo clan di Briatico. Quali parti civili sono stati ammessi i Comuni di Vibo Valentia, Briatico e Parghelia, la Regione Calabria e la Provincia di Vibo.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x