Ultimo aggiornamento alle 16:16
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Le Iene e le spese allegre dell'antimafia targata Musella – IL VIDEO

ROMA Approda anche sulla nota trasmissione televisiva “Le Iene” (clicca qui per vedere il servizio) il caso Riferimenti- Gerbera Gialla, scoperchiato un anno fa dal Corriere della Calabria e &…

Pubblicato il: 13/04/2017 – 5:55
Le Iene e le spese allegre dell'antimafia targata Musella – IL VIDEO

ROMA Approda anche sulla nota trasmissione televisiva “Le Iene” (clicca qui per vedere il servizio) il caso Riferimenti- Gerbera Gialla, scoperchiato un anno fa dal Corriere della Calabria e  al centro di un’inchiesta della Procura di Reggio. Al centro c’è la presidente della nota associazione antimafia, Adriana Musella, attualmente indagata per appropriazione indebita.
Secondo quanto fin qui emerso, la presidente della Gerbera Gialla-Riferimenti, avrebbe fatto un uso non del tutto consono e conferente dei fondi che nel tempo le sono stati assegnati. Circostanze svelate circa un anno fa dal Corriere della Calabria, che aveva messo in luce una serie di criticità nella gestione dei finanziamenti ricevuti, in massima parte da enti pubblici, in seguito utilizzati anche per incarichi assegnati a figli e familiari, pranzi e cene organizzati presso locali di parenti, calendari e libri stampati con fondi del consiglio regionale e poi comprati dalla Regione. Circostanze di fatto confermate alla “Iena” Gaetano Pecoraro sia dai fornitori dell’associazione – un ristorante, un negozio di targhe, un fioraio, un’agenzia di viaggi –  sia dalla presidente di Riferimenti. Che esordisce con un autogoal. «Premetto che quelli che lei ha in mano sono fogli di cassa, non sono i documenti ufficiali dell’associazione. Il foglio ufficiale è il registro che ha il commercialista». Dunque la nota associazione antimafia ha una contabilità ufficiale e una parallela? Non è dato sapere. In ogni caso – si impunta il giornalista – «qui ci sono le fatture e lei non può negare di aver fatto..». E di fatto Musella conferma. Mostra i calendari, si vanta di aver regalato le sue magliette, «grazie – la incalza Pecoraro – pagate 23 mila euro con i soldi pubblici». All’Ikea – spiega la presidente di Riferimenti – sarebbero stati comprati i mobili per arredare la sede dell’associazione «perché in Calabria – sostiene Musella – non c’è», dunque si sarebbe rivolta a quella di Salerno. Peccato che dai bilanci le spese maggiori risultano fatturate all’Ikea di Milano. Allo stesso modo, Musella prima tenta di negare, poi rivendica di aver assegnato progetti e incarichi – retribuiti ovviamente – ai due figli. E si inalbera quando le viene fatta notare la cosa. «Riferimenti non è un ente pubblico – tuona – il lavoro deve esser fatto. Poi se lo fa lei o lo fa lui il lavoro, non c’è niente da contestare». E la multa trovata nei bilanci con tanto di mora? «Evidentemente nel 2007 non avevo i soldi per pagarla. Era relativa ad una macchina intestata all’associazione» si difende la presidente.
Messa alle strette, Musella non trova altro modo di uscirne se non insultare la giornalista del Corriere della Calabria, definendola «la pivella». E anche tutti i calabresi. «Ma perché ride – dice indispettita la presidente di Riferimenti – lei mi pare un calabrese, perché i calabresi sono con la mente un po’ piccola». E poi «purtroppo la Calabria non è una cosa seria». Curiosa affermazione per chi ha sempre proclamato di aver dedicato la propria vita e il proprio impegno alla Calabria.

 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x