Ultimo aggiornamento alle 22:59
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Sacal, il nuovo "Codice Pignanelli"

Gaetano Pignanelli, noto giurista silano attualmente impegnato nel ruolo di capo di gabinetto del governatore Mario Oliverio e fresco dimissionario del Consiglio d’amministrazione della Sacal, ha …

Pubblicato il: 23/04/2017 – 10:28
Sacal, il nuovo "Codice Pignanelli"

Gaetano Pignanelli, noto giurista silano attualmente impegnato nel ruolo di capo di gabinetto del governatore Mario Oliverio e fresco dimissionario del Consiglio d’amministrazione della Sacal, ha colpito ancora. Noto per avere varato all’interno del “Sitema Calabria” un nuovo Codice, già entrato nella giurisprudenza avendo stabilito che “le circolari ministeriali che richiamano una legge non hanno valenza… di legge”, Pignanelli ha cambiato nelle ultime ore anche il diritto societario, introducendo la norma secondo la quale Consiglio di amministrazione e amministratore unico possono convivere nello stesso sistema di governance.
Forte di tale modifica e dell’autorevole pronunciamento del Pignanelli, Mario Oliverio è andato davanti alle televisioni e ha proclamato la sua ricetta per salvare la Sacal attraverso la nomina di un consiglio di amministrazione, ridimensionato da 8 a 5 membri, e l’insediamento di un amministratore unico.
A meno che nel corso dell’ultimo Vinitaly non sia stato riesaminato e ridisegnato il diritto societario, le cose non stanno assolutamente così è quella che Pignanelli fa dire a Oliverio è solo una grave boutade. 
Il Diritto societario in vigore, al netto anche dell’ultima legge delega, lascia allo Statuto la scelta tra il “Sistema classico” e il “Sistema dualistico”. Il primo «basato su un organo di amministrazione, formato da uno o più membri e un collegio sindacale». Il secondo, invece, «basato sulla presenza di un consiglio di gestione e di un consiglio di sorveglianza eletto dall’assemblea». In verità il nuovo diritto societario prevede anche una terza formula di governance «basata sulla presenza di un Consiglio di amministrazione, all’interno del quale sia istituito un comitato proposto al controllo interno sulla gestione, composto in maggioranza da amministratori non esecutivi in possesso di requisiti di indipendenza e di adeguati poteri di informazione e di ispezione». Una formula, quest’ultima, che tuttavia fa venire l’orticaria a chi ormai, in ogni settore, si dimostra innamorato dei pieni poteri nelle mani di un solo uomo… specialmente se quell’uomo è lui stesso.   

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x