Ultimo aggiornamento alle 21:24
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

Malvito, il paese dove l'acqua sparisce

MALVITO A Malvito, un piccolo centro del Cosentino, l’acqua è un bene davvero costoso. Il Comune, per risanare le perdite, pretende infatti che a pagare siano le fontane del paese nei confronti del…

Pubblicato il: 01/05/2017 – 9:21
Malvito, il paese dove l'acqua sparisce

MALVITO A Malvito, un piccolo centro del Cosentino, l’acqua è un bene davvero costoso. Il Comune, per risanare le perdite, pretende infatti che a pagare siano le fontane del paese nei confronti delle quali ha emesso delle vere e proprie fatture. Alcune fontane devono al paese 5mila euro. Non essendoci un contatore le fontane non si sa quanto abbiano consumato. Una situazione che ha del paradossale e che ha attirato l’attenzione delle “Iene”.
Il Comune deve 361mila euro a se stesso. Le telecamere della nota trasmissione di Italia Uno hanno evidenziato come qualcuno evidentemente in paese non paga il consumo dell’acqua ed è allacciato abusivamente alla conduttura. Ma il caso paradossale è che ora la responsabilità dell’eccessivo costo dell’acqua nel comune di Malvito sia stato addebitato alle fontane pubbliche del paese, alle quali l’amministrazione comunale ha presentato il conto. Il sindaco, Pietro Amatuzzo, che inizialmente sembra disposto a parlare, alla fine non concede alcuna intervista. Il suo gruppo di maggioranza lo difende. Intanto, a Malvito l’acqua sparisce e gli allacci abusivi aumentano.