Ultimo aggiornamento alle 7:12
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Sanità, assunzioni ancora ferme al palo

ROMA La riunione del Tavolo Adduce non ha smosso l’impasse sulle assunzioni in programma nella sanità calabrese: è finita (quasi) in un muro contro muro tra i funzionari dei ministeri dell’Economia…

Pubblicato il: 20/06/2017 – 16:33
Sanità, assunzioni ancora ferme al palo

ROMA La riunione del Tavolo Adduce non ha smosso l’impasse sulle assunzioni in programma nella sanità calabrese: è finita (quasi) in un muro contro muro tra i funzionari dei ministeri dell’Economia e della Salute – che affiancano la Calabria nel percorso del Piano di rientro – e Massimo Scura, il commissario che quel Piano è chiamato a portarlo avanti. Si arrivava all’incontro ufficiale dopo settimane di tensione, nelle quali Scura ha mosso accuse pesanti nei confronti del suo vice Andrea Urbani (che non era presente alla riunione) e ha scandito a chiara voce che, per lui, la soluzione per uscire dallo stallo è una soltanto: approvare i suoi decreti anche se privi della firma del subcommissario. Lo ha ribadito anche nella tarda mattinata di martedì, chiedendo di depositare una lettera utile a riepilogare gli step della vicenda. Il documento è una conferma della posizione irremovibile del commissario nella quale si ribadisce che il decreto 50 è valido e che, con il loro comportamento, i Tavoli ministeriali bloccano la Calabria. 
Funzionari e dirigenti non hanno gradito particolarmente, e hanno richiamato il commissario al rispetto del proprio mandato, che è fatto anche dell’osservanza dei dettami dei ministeri. Nulla di fatto, dunque: sul tavolo restano il decreto Scura e il decreto Urbani (una rivisitazione del primo secondo le obiezioni sollevate dai tavoli affiancanti), mentre i tecnici governativi hanno (ri)chiesto al commissario ulteriori tabelle di raccordo. Vogliono che Scura spieghi meglio perché è convinto che il “suo” decreto possa essere approvato così com’è, senza modifiche. La riunione è stata aggiornata e un’ulteriore dilazioni di tempi è dunque inevitabile. Le mille assunzioni virtuali, per adesso, restano zero nuovi medici reali negli ospedali e nelle Asp. La Calabria attende (non troppo, ormai) fiduciosa. (ppp)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x