Ultimo aggiornamento alle 22:08
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Per Ajeti al Crotone manca solo l'ufficialità

CROTONE Potrebbe essere già al capolinea l’avventura di Arlind Ajeti al Torino. Il difensore svizzero, naturalizzato albanese, non rientra nei piani di Sinisa Mihajlovic che ha messo sul mercato il…

Pubblicato il: 27/07/2017 – 9:02
Per Ajeti al Crotone manca solo l'ufficialità

CROTONE Potrebbe essere già al capolinea l’avventura di Arlind Ajeti al Torino. Il difensore svizzero, naturalizzato albanese, non rientra nei piani di Sinisa Mihajlovic che ha messo sul mercato il giocatore. L’allenatore, infatti, non l’ha convocato, prima per il raduno al Filadelfia e poi per Bormio. Segnale inequivocabile che ormai è fuori dal progetto tecnico. Il giocatore, in questi giorni, si sta allenando per farsi trovare pronto in vista di una possibile cessione. Sul classe ’93 è piombato il Crotone, che insieme al Palermo, ha chiesto informazioni al ds granata Petrachi. Il giocatore preferirebbe restare in Serie A e dunque avrebbe già espresso alla dirigenza piemontese il desiderio di trasferirsi in Calabria. La trattativa è vicina alla chiusura ed a confermarlo ci ha pensato ieri, ai microfoni di Sky, il dg dei pitagorici Vrenna. Si aspetta solo l’ufficialità dell’operazione, sulla formula i club stanno ancora discutendo mentre è stato già trovato l’accordo con il giocatore. Dopo l’addio di Claiton, il Crotone è pronto a rinforzare la difesa.
Dal mercato al campionato. Mister Davide Nicola ha commentato il sorteggio del calendario 2017/2018 che metterà subito il Crotone di fronte al Milan. Prima gara allo Scida il 21 agosto alle 20.45. Il tecnico dei calabresi ha commentato così: «L’inizio di questo campionato è sicuramente impegnativo, perché nelle prime giornate affronteremo in casa due squadre blasonate come Milan e Inter, e una neo promossa, il Verona, che avrà ancora l’entusiasmo del finale della scorsa stagione e il desiderio di ben figurare nella nuova categoria. Fuori casa invece faremo visita al Cagliari che è una buonissima squadra. Giocare le prime due gare in casa – continua Nicola – rappresenta sicuramente, dal punto di vista motivazionale e ambientale, uno stimolo in più per fare bene perché siamo davanti al nostro pubblico, ma sarà il campionato stesso a dirci quale valore avrà il calendario perché al momento nessuno può dire che vi sia una squadra più semplice o più difficile da affrontare, eccezion fatta per i top club. Non esistono partite abbordabili, anzi magari proprio quelle gare possono diventare molto difficili. L’importante è continuare a lavorare come stiamo facendo in ritiro per arrivare pronti già al primo impegno ufficiale del 12 agosto in Tim Cup».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x