Ultimo aggiornamento alle 10:37
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Dalla Presila l'invito ai giovani: «Guardate lontano»

Convegno tra politici e istituzioni. Rubino: «Puntare sul capitale umano». Viscomi: «Superare il concetto di io e agire come noi». Laratta: «Ancora grave il gap tra Nord e Sud»

Pubblicato il: 21/04/2018 – 11:54
Dalla Presila l'invito ai giovani: «Guardate lontano»

COSENZA Calabria sempre più povera, disoccupazione giovanile, fuga di cervelli, illegalità diffusa. Nella suggestiva e storica Biblioteca che fu di Fausto Gullo, il “ministro dei contadini”, nel cuore di quella che un tempo era il cuore rosso della Calabria, la Presila cosentina, si sono ritrovati uomini politici, esponenti delle istituzioni, amministratori. Di destra e di sinistra, un piccolo miracolo in un’epoca in cui la lacerazione politica prevale su tutto.
Un bel confronto pubblico, tanti giovani, rappresentanti delle istituzioni. La suggestione e la storia di un angolo di cultura qual è la Biblioteca Gullo, ha elevato la qualità degli interventi, tutti piuttosto convincenti.
Il prof. Rubino, direttore del dipartimento di Economia aziendale e Giurisprudenza dell’Unical ha detto che «sono decenni che in Calabria i problemi sono sempre gli stessi: rischio povertà, disoccupazione, spopolamento. Ma poco è stato fatto di interessante e di nuovo. E comunque non sono stati fatti passi avanti».
Rubino ha chiesto di «puntare molto sul capitale umano, sul ruolo dei singoli, sulla necessità di lavorare insieme nel rispetto delle norme e della legalità. Ricordando Steve Jobs ha chiesto ai giovani di guardare lontano: “Siate affamati, siate folli”».
Viscomi ha sottolineato l’importanza di fare squadra, di superare il concetto dell’io e di agire come «noi»: è fondamentale fare squadra, recuperando «lo spirito del ‘45», che dopo la guerra ha consentito di ricostruire il paese. «C’è bisogno di capitale sociale – ha spiegato -, di lavorare insieme e fare sistema. Basta con le risorse pubbliche sprecate, che non creano sviluppo, occorre intervenire ma in modo chirurgico».
Il responsabile della Biblioteca Gullo, Antonio Curcio, ha parlato della necessità di rafforzare gli interventi sulla cultura, di privilegiare la nostra storia e le nostre tradizioni, puntando molto sulla valore della nostra cultura.
Nella sua relazione Franco Laratta ha parlato del gap gravissimo tra centro-nord e centro-sud; ha lanciato l’allarme sui dati drammatici dello spopolamento e della fuga dei giovani dalla Calabria. «Nel sud non è un problema di risorse, mai come in questi ultimi anni le risorse comunitarie e le risorse statali sono tantissime. Il problema – ha detto – è la spesa e la qualità degli investimenti». Ha aggiunto che «la Calabria deve uscire dal suo isolamento, deve tornare ad essere strategica nell’economia nazionale. Da noi il ritorno all’agricoltura è stato straordinariamente positivo per lo sviluppo di questa terra, ma occorre fare di più e meglio. Anche sul turismo, dove si registrano ritardi molto gravi e dove la nostra terra è al centro di un grande interesse da parte del turismo internazionale. Nel Sud il problema vero sono le classi dirigenti, e non solo politiche, che fanno registrare forti ritardi nell’innovazione, negli investimenti di qualità, nella difesa della nostra storia e della nostra cultura. Dobbiamo fermare la fuga dei nostri giovani, prima che sia troppo tardi”.
All’interessante dibattito ha preso parte Eugenio Aceto, consigliere provinciale di Forza Italia di Cosenza, noto imprenditore, che ha apprezzato molto lo spirito del confronto, auspicando di lavorare tutti per fare crescere la Calabria, perché i ritardi sono ancora troppi. Sono intervenuti anche imprenditori e studenti universitari. Era presente ai lavori Giuseppe Giudiceandrea consigliere regionale, Bianca Rende consigliere comunale di Cosenza, alcuni sindaci e amministratori locali.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x