Ultimo aggiornamento alle 23:07
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Wikivoyage: Calabria pericolosa, non andate in giro da soli

La guida turistica online ammonisce i potenziali visitatori: state attenti nelle città di medie dimensioni. E non mostrate denaro. Meridione rappresentato come in “Benvenuti al Sud”. Ma quella era …

Pubblicato il: 22/04/2018 – 15:45
Wikivoyage: Calabria pericolosa, non andate in giro da soli

Sembra una scena di “Benvenuti al Sud”: quella in cui Claudio Bisio, direttore dell’ufficio postale in trasferta da Milano, deve confortare la propria versione sulla vita a Castellabate, descritta a sua moglie come un Far West senza regole. I suoi dipendenti lo aiutano a simulare sparatorie e sequestri: c’è tutto il campionario di luoghi comuni sul Meridione. Ma almeno la scena (le scene, per la verità) dura qualche minuto: a Wikivoyage – la Wikipedia dei viaggi – servono appena tre frasi per rappresentare la Calabria come una meta pericolosa. Altro che “imperdibile” – così ha sentenziato il “New York Times” per il 2017 –, la regione è ad “alto tasso di criminalità”, dunque è “meglio fare attenzione soprattutto nelle città di medio-grandi dimensioni (Reggio Calabria, Catanzaro, Lamezia Terme, Cosenza, ecc)”. E poi – capolavoro – “è consigliato non mostrare grandi somme di denaro e prestare attenzione a oggetti personali”. Un pizzico di terrore anche al femminile (ma vale in generale): “Meglio non aggirarsi mai da soli, specialmente per una ragazza, in zone isolate”. Insomma, girate in gruppo, senza soldi e possibilmente orologio e state all’erta. Meglio restare a casa, allora. Ed evitare di imbattersi nelle bellezze della Calabria – che pure sono menzionate, e ci mancherebbe –, nelle prelibatezze culinarie, nella natura incontaminata. In quelle caratteristiche che hanno spinto il più autorevole quotidiano al mondo a selezionarla tra le 52 mete da raggiungere nel 2017. Bastano quattro righe per produrre ripensamenti: non si tratta di negare i problemi, ma almeno di non indulgere in stereotipi. Il guaio è che gli stereotipi sono facili da riproporre e Wikivoyage non presta loro troppa attenzione. Lo spiegano bene anche i “cinque pilastri” della guida turistica online. Che esorta a “non essere timidi nel modificare le voci, poiché il piacere di contribuire non richiede per forza di raggiungere la perfezione, nonostante questa sia l’obiettivo ultimo della guida”. Si più: “Non ci si preoccupi eccessivamente di fare eventuali pasticci: tutte le versioni precedenti di una voce vengono salvate, per cui è impossibile danneggiare Wikivoyage in maniera irreparabile. Ma ci si ricordi, allo stesso modo, che tutto ciò che si scrive sarà conservato per i posteri”. E la Calabria Far West si può tramandare ai posteri senza rossori.
Ad altre regioni è andata anche peggio. Alla Sicilia non è soltanto dedicato un lungo passaggio sull’opportunità di stare con gli occhi aperti nonostante “la gente del luogo (visto il tono sarebbe stato meglio chiamarli indigeni, ndr) sia molto calorosa ed espansiva”; c’è anche un “focus” sul traffico a metà tra l’offensivo e l’esilarante: “Guidare in Sicilia è sempre molto complicato per chi non è abituato ad un traffico caotico e disordinato. (…) Specie nelle grandi città, dove il grado di prepotenza e stress è molto elevato, le regole sono un palliativo tanto da suggerire sempre la massima prudenza. Se si incappa in un automobilista prepotente, o in un soggetto maleducato con cui scatta un alterco e di cui si comprende subito il basso livello culturale è sempre meglio evitare lo scontro. Alcuni di questi soggetti potrebbero andare in escandescenze per un nonnulla rovinandovi la vacanza”. In Campania, invece, “se si ha una macchina è meglio lasciarla nei parcheggi sorvegliati, che sono sempre a pagamento, ma almeno si ha la certezza di ritrovarla”.
Tanto valeva riproporre la scena di “Benvenuti al Sud”. Spiegando che non era fiction ma un documentario.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x