Ultimo aggiornamento alle 19:23
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Al market nell'orario di lavoro: 20 indagati all'Asp di Vibo – NOMI E VIDEO

L’inchiesta riguarda il distretto sanitario di Serra San Bruno. Tutti sono indagati per truffa aggravata continuata e false attestazioni di prestazioni lavorative. Registrato un caso di doppia timb…

Pubblicato il: 16/01/2019 – 7:52
Al market nell'orario di lavoro: 20 indagati all'Asp di Vibo – NOMI E VIDEO

VIBO VALENTIA I carabinieri della Stazione di Serra San Bruno hanno notificato un provvedimento di conclusione delle indagini nei confronti di 20 dipendenti dell’Azienda sanitaria di Vibo Valentia – distretto di Serra San Bruno nell’ambito di un’indagine contro il fenomeno dell’assenteismo negli uffici pubblici. Il provvedimento prende in esame un periodo ricompreso tra i mesi di gennaio-aprile 2018. Tutti sono indagati per truffa aggravata continuata e false attestazioni di prestazioni lavorative.
L’indagine nasce nel mese di dicembre 2017, quando sarebbe stata riscontrata una serie di presunte condotte  illecite poste in essere da parte di un medico impiegato presso il distretto Asp di Serra San Bruno. Dopo i primi rilievi è stata sviluppata l’attività investigativa che ha portato ad ampliare l’inchiesta e il quadro dei “furbetti”: medici, infermieri, assistenti e collaboratori.
In particolare sarebbe stato riscontrato l’allontanamento volontario da parte degli indagati dal presidio pubblico: gli stessi, a volte allontanatisi durante gli orari del pranzo, andavano a fare la spesa nei supermarket durante l’orario di lavoro, e senza eseguire la timbratura del cartellino elettronico in loro possesso. In un fotogramma delle immagini riprese durante le indagini si vede anche una dipendente fare un gesto con la mano verso la macchinetta per la timbratura del badge (foto in alto).
Così facendo, non interrompendo l’orario di lavoro, facevano risultare comunque svolte, nell’ambito della giornata, le ore lavorative e in alcuni casi, addirittura tali condotte venivano compiute durante le ore di straordinario. In un caso è stata registrata un doppia timbratura di due cartellini differenti da parte della stessa persona. Il periodo finito nel mirino degli inquirenti riguarda i mesi da gennaio fino ad inizio maggio 2018.
I NOMI Questi i nomi delle persone coinvolte:
Maria Abronzino
Domenico Albanese
Francesca Barbara
Vito Bertucci
Monica D’Oro
Filippo Forte
Nicola Gentile
Alberto Antonio Giancotti
Vincenzo Ierace
Maria Teresa Iorfida
Bruno Malvaso
Salvatore Marchese
Gregorio Paglianiti
Eleonora Pantano
Luigino Pasquino
Maria Dolores Passante
Bruno Antonio Pisani
Antonio Salvatore Scrivo
Francesco Valente
Maria Vellone
https://www.youtube.com/watch?v=EYee3SHM1ek

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x