Ultimo aggiornamento alle 14:25
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

Graziano: «Sarò il sindaco delle decisioni»

di Luca Latella CORIGLIANO ROSSANO Una pièce teatrale a lieto fine: Corigliano e Rossano stretti in un forte abbraccio. E’ l’espressivo prologo inscenato da due attori che ne raccontano anche la st…

Pubblicato il: 01/04/2019 – 17:22
Graziano: «Sarò il sindaco delle decisioni»

di Luca Latella
CORIGLIANO ROSSANO Una pièce teatrale a lieto fine: Corigliano e Rossano stretti in un forte abbraccio. E’ l’espressivo prologo inscenato da due attori che ne raccontano anche la storia, all’esordio della presentazione alla cittadinanza della candidatura di Giuseppe Graziano. Un racconto didascalico, quello dell’ex consigliere regionale che concorrerà a sindaco della nuova grande città, esaminato in una prospettiva ampia e concreta.
«Voglio essere il vostro sindaco – queste alcune delle parole di Giuseppe Graziano durante la kermesse -. Voglio essere il primo cittadino di una nuova cittadinanza per due identità vicine che dovranno lavorare sinergicamente per la costruzione di una realtà viva, una città autorevole, una città connessa, sicura, razionale, accessibile, attrattiva e innovativa».
E proprio “autorevole”, “connessa”, “sicura”, “razionale”, “accessibile”, “attrattiva”, “innovativa”, in rigoroso ordine, sono state le keywords utilizzate dal candidato a sindaco di una coalizione civica, ma che sorride particolarmente al centrodestra.
«Sarò il sindaco delle decisioni – ha detto a proposito dell’idea di città “autorevole” – mi siederò con i ministri e con Enel, incontrerò alcuni amici a Bruxelles, presiederò ai tavoli regionali e provinciali perché questa città deve essere autorevole e dovrà riappropriarsi dei diritti che gli sono stati sottratti, sanità e giustizia su tutti. Una città forte – è stato il secondo punto, la “connessione” – non può rimanere isolata dal resto del territorio e del Paese. Rimoduleremo le politiche per la mobilità interna, mettendo in connessione le aree urbane comunali e le periferie. Occorrerà lavorare per ottenere l’ammodernamento delle grandi vie dei trasporti, dalla Statale 106 alla linea ferroviaria per finire col porto, mai sfruttato. Dovremo aprirci verso Taranto e chiedere maggiori sforzi all’autorità portuale di Gioia Tauro».
Sulla “sicurezza” Graziano è partito da una manutenzione ordinaria che dovrà essere quotidiana. «Basta con strade impraticabili, con un sistema idraulico che è diventato lo spettro di questo territorio. Avvieremo subito interventi urgenti e straordinari per mettere al sicuro la città. Lavoreremo per rendere vivibili i centri e le periferie, recuperando e restituendo alla città tutti quegli spazi che oggi vivono uno stato di degrado e abbandono». E poi la “razionalità”. «Partiremo da una razionalizzazione dei servizi. Non lasceremo soli i cittadini perché il nuovo Comune sarà vicino a tutti con più delegazioni e una cittadella comunale che permetterà servizi unificati e pratiche più veloci».
La città dovrà essere “accessibile”. «Il Comune sarà un palazzo di cristallo. Sogniamo una città in cui l’informazione sia accessibile a tutti e la comunicazione finalmente chiara, per essere trasparenti e moderni. Forniremo gli strumenti per vivere la città partendo dalla mobilità e metteremo mano anche alla cartellonistica, per renderci tutti figli di un’unica grande realtà urbana». Corigliano Rossano sarà, ancora, “attrattiva”. «Apriremo agli investimenti, anche internazionali ma soprattutto dovremo aiutare gli imprenditori locali e non essere il loro ostacolo. Vantiamo numerose e indiscusse eccellenze produttive che vanno sostenute e incentivate partendo da un piano di promozione e di marketing territoriale concreto, che torni a rendere quest’area appetibile e ricca di sviluppo, lavoro e speranza per le nuove generazioni». Infine sarà “innovativa” e «moderna e lo faremo collaborando con università e centri di ricerca per sostenere il territorio e le sue peculiarità o per la creazione di nuove startup. Il primo step verso l’innovazione sarà la sburocratizzazione dell’apparato comunale creando i presupposti per consentire al cittadino di essere sempre connesso con il suo Comune».
Graziano ha, quindi, chiuso l’evento ospitando sul palco i rappresentanti dei sedici soggetti politici che lo sosterranno in questa competizione elettorale, la prima della storia di Corigliano Rossano: Alternativa Democratica, Civica Corigliano-Rossano, Comitato Corigliano-Rossano, C100A, Corigliano-Rossano Prima di Tutto, CoRo di Moderati, Direzione Corigliano-Rossano, Fratelli d’Italia, Giuseppe Graziano Sindaco, Il Coraggio di Cambiare l’Italia, Insieme, Lega Salvini, Movimento civico L’Amicizia, Movimento Nazionale per la Sovranità, Noi Rete Umana – movimento di opinione, Volare Alto e Voltare Pagina. (redazione@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x