Ultimo aggiornamento alle 8:40
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Il Pd scarica Oliverio: «Ora una proposta innovativa»

Il commissario Graziano annuncia la visita di Orlando per il 13 giugno e la “ripartenza” del partito. Dopo le divisioni alle Europee e l’annuncio tranchant del governatore («mi candido con liste ci…

Pubblicato il: 31/05/2019 – 15:44
Il Pd scarica Oliverio: «Ora una proposta innovativa»

LAMEZIA TERME Apparentemente è soltanto un annuncio. Il vicepresidente nazionale del Partito Democratico Andrea Orlando sarà a Lamezia il prossimo 13 giugno «per avviare una nuova fase di ascolto e confronto subito dopo la tornata elettorale con l’obiettivo di dare nuovo slancio e radicamento al Pd». In effetti è un avviso bello e buono per il governatore Mario Oliverio che, proprio giovedì scorso, ha spiegato di voler proporre la propria candidatura – supportata da alcune liste civiche – a prescindere dagli orientamenti seguiti dal suo partito (qui la notizia). «Il Pd seguirà un proprio percorso e una propria autonomia decisionale», ha detto il presidente della giunta regionale. E, a proposito di autonomia, il commissario regionale dem Stefano Graziano, nella dichiarazione-annuncio, mette in chiaro cosa ha intenzione di fare il partito. Cioè essere «protagonista, in questa delicata fase politica in cui avanzano le destre, con una proposta chiara e innovativa». La parola chiave è «innovativa», vale a dire “che vada oltre Oliverio”. Il fatto che il Pd scarichi il governatore proprio annunciando una visita di Orlando pare essere la naturale conseguenze del “no” opposto da Oliverio al sostegno a Franco Roberti, portabandiera dem alle Europee ed ex capo della Direzione nazionale antimafia. Con il sostegno ad Andrea Cozzolino, il gruppo degli oliveriani ha sortito l’effetto di tagliare i ponti con la segreteria nazionale del partito. La prima conseguenza è la frattura tra le due aree e la scelta di cominciare a ragionare su un futuro candidato di rottura. È in questa prospettiva che a Roma si susseguono già i conciliaboli. Ed è i questa prospettiva che si aprirà il confronto su “Pd che riparte”, proprio da Lamezia, il 13 giugno alle 17 al Gran Hotel Lamezia. «Chiamiamo a raccolta tutti i rappresentanti istituzionali, i quadri dirigenti locali, elettori, iscritti e simpatizzanti – scrive Graziano – perché siamo convinti che il processo di apertura e rinnovamento avviato dalla segreteria nazionale vada adesso declinato sul territorio, per far in modo che il Pd sia protagonista, in questa delicata fase politica in cui avanzano le destre, con una proposta politica chiara e innovativa». Rinnovamento che non prevede il protagonismo del governatore. (ppp)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x