Ultimo aggiornamento alle 13:37
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Verso le Regionali, partiti e coalizioni sulle "montagne russe"

La crisi di governo condiziona il quadro politico calabrese, nel quale le certezze si contano sulle dita di una mano. Pd e centrosinistra sempre divisi sul nome di Oliverio, M5S orientato alla cors…

Pubblicato il: 27/08/2019 – 13:51
Verso le Regionali, partiti e coalizioni sulle "montagne russe"

L’ultima mossa in ordine di tempo è stata quella del leader della Lega Matteo Salvini, che ha annunciato l’intenzione di voler sentire al più presto Berlusconi e la Meloni per parlare delle Regionali, comprese quelle in Calabria. Per il resto, è tutto in stand by. La politica regionale è appesa all’evoluzione della crisi di governo nazionale: le dinamiche contraddittorie delle trattative tra i partiti, soprattutto tra il Movimento 5 Stelle e il Pd, ieri sera dati a un passo dall’intesa e oggi di nuovo a fortissimo rischio di rottura, alimentano il clima di incertezza anche sui territori, bloccando di fatto mosse decise e decisive in vista delle Regionali. In realtà, l’impasse appare in tutta la sua evidenza soprattutto nel campo del centrosinistra e del Pd: la ricandidatura alla presidenza della Regione del governatore uscente Mario Oliverio è più divisiva tra i dem che all’interno dello schieramento, con una consistente parte del Pd che segue la linea tracciata dal segretario nazionale Zingaretti e dal responsabile Mezzogiorno Oddati, quella di un rinnovamento nei nomi e anche nei contenuti. Ambienti democrat stanno anche insistendo sulla necessità di infittire il dialogo con il Movimento 5 Stelle anche per le Regionali in chiave chiaramente anti-Oliverio, ma il gelo che in queste ore è calato a Roma tra le due forze, ancora distanti dall’intesa per il governo, ha rimesso tutto in gioco, fermo restando che la sensazione diffusa tra gli analisti politici è quella di una corsa comunque in autonomia dei pentastellati nel voto per la guida della Regione. In questo contesto molto magmatico, in realtà, chi sembra seguire una linea più diritta è il centrodestra, nel cui campo almeno è stata fissata un bandiera: quella di Mario Occhiuto, indicato da Forza Italia e da almeno altre otto sigle tra partiti e movimenti civici quale candidato alla presidenza della Regione. Occhiuto stasera a Soverato ripartirà con il suo tour itinerante nel quale sta raccontano la nuova Calabria che vuole realizzare, tenendo i piedi ben piantati sul tavolo della coalizione: sotto questo aspetto, l’intenzione di Salvini di rapportarsi nuovamente agli alleati di Forza Italia e di Fratelli d’Italia viene interpretato, in queste ore, come un punto a favore di Occhiuto. Ma i quadro politico calabrese resta comunque ancora condizionato da quello nazionale e da tutte le sue incertezze, a partire dalla data del possibile voto per le Politiche: al momento, per i partiti la traversata verso le Regionali è davvero sulle “montagne russe”. (cant.a.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x