Ultimo aggiornamento alle 14:29
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Personale della Giunta regionale, i sindacati sul piede di guerra

Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl esprimono «sdegno per i forti ritardi accumulati nella contrattazione decentrata» e minacciano lo stato di agitazione

Pubblicato il: 05/09/2019 – 15:09
Personale della Giunta regionale, i sindacati sul piede di guerra

CATANZARO «Sdegno per i forti ritardi accumulati e che si continuano ad accumulare per la contrattazione decentrata dei dipendenti della Giunta regionale». Lo esprimono Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl, che in una nota, indirizzata per conoscenza anche al presidente della Regione, Mario Oliverio, e all’assessore regionale al Personale, Mariateresa Fragomeni «denunciano ancora una volta e con forza, il fatto che l’amministrazione regionale ha lasciato nel dimenticatoio i suoi propri lavoratori con le tante problematiche irrisolte che li riguardano e li toccano direttamente».
Fp Cgil, Cisl Fp, e Uil Fpl parlano di «Regione bicefala, con un sistema di relazioni sindacali biforcato, laddove al Consiglio regionale sono stati sottoscritti i Contratti decentrati del personale del comparto e della dirigenza per l’anno 2019, per contro una Giunta regionale arenata in un letto di insipienza e incapacità, oltre che di scarsa volontà. Eppure sono tutti egualmente lavoratori di un’amministrazione speculare, pur con differenti referenti politici e istituzionali».
Secondo le organizzazioni sindacali «siamo fermi al palo, pur avendo ripetutamente segnalato le innumerevoli inefficienze imputabili a un ente che ha inibito la possibilità ai propri dipendenti di fruire delle opportunità e dei benefici offerti dall’applicazione del rinnovo del Contratto collettivo nazionale. Niente si è mosso, tutto tace. Proprio per l’inerzia della parte pubblica – ricordano Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl – già l’anno scorso i dipendenti hanno perso l’opportunità di godere delle progressioni economiche orizzontali, non potendo avvalersi della finestra temporale aperta dalla normativa di riferimento. Impedimento che auspicheremmo non debba reiterarsi anche per il 2019. È imperativa una decisa e incisiva azione volta a far ripartire la contrattazione decentrata e a recuperare in qualche modo i ritardi già accumulati, definendo in tempi celeri i contratti 2018 e 2019». I sindacati stigmatizzano anche «la scelta temeraria di non accogliere la richiesta delle scriventi di tenere tavoli negoziali separati da sigle sindacali autonome, che piuttosto che contribuire alla positiva definizione delle questioni alimentano tensioni: è un’ulteriore dimostrazione di una chiara e inconfutabile volontà dilatoria». Nella nota Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl annunciano che «in mancanza di riscontri immediati riuniranno il personale in assemblea al fine di proclamare lo stato di agitazione».
A sottoscrivere la nota sono per la Fp Cgil i segretari Alessandra Baldari e Ferdinando Schipano, per la Cisl Fp i segretari Luciana Giordano e Giuseppe Spinelli, per la Uil Fpl i segretari Elio Bartoletti e Walter Bloise.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x