Ultimo aggiornamento alle 15:14
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Anche noi restiamo a casa

Il contributo di Corriere della Calabria e L’altro Corriere Tv alle misure per contenere la pandemia da Coronavirus. Un piccolo gesto per tutelare i più fragili

Pubblicato il: 12/03/2020 – 12:49
Anche noi restiamo a casa

Anche il Corriere della Calabria e L’altro Corriere Tv restano a casa. Continueremo a informarvi tempestivamente e a coprire tutte le notizie del giorno – innanzitutto l’evoluzione dell’emergenza Coronavirus nella nostra regione – ma lo faremo senza raggiungere la redazione. Non ce lo impone il decreto firmato in queste ore dal premier Giuseppe Conte: lo facciamo per senso di responsabilità verso un Paese in difficoltà, per seguire le indicazioni degli esperti, per aiutare – nel nostro piccolo – la comunità a superare questa fase critica.
Siamo più fortunati, rispetto ad altri lavoratori: il nostro mestiere e, soprattutto, l’aver spostato da tempo l’informazione solo sul web, rendono “governabile” questa fase. Che sarà governabile per tutti, e soprattutto per le autorità, se i comportamenti saranno attenti alle regole e al buonsenso. Nelle ultime settimane non è sempre stato così. La maggior parte dei calabresi ha compreso la delicatezza della situazione. Non tutti, purtroppo. Nei giorni scorsi, dopo il rientro precipitoso di migliaia di corregionali dal Nord, le forze dell’ordine hanno sanzionato decine di persone per le trasgressioni al primo decreto firmato dal governo per dichiarare tutta l’Italia zona protetta.
Sale giochi e scommesse aperte, manifestazioni sportive in corso come se nulla fosse, spazi di sicurezza non rispettati in alcuni locali. Anche per questo, prima che il lock down fosse totale, molti sindaci hanno diffuso appelli sui social ed emanato ordinanze per “convincere” i propri concittadini a evitare comportamenti a rischio.
In Calabria finora i contagi, seppure in crescita, sono in numero limitato. Osservatori ed esperti aspettano le prossime settimane per capire quale sia l’entità reale dell’epidemia nel nostro territorio. La Regione si sta attrezzando per creare una trincea, attivando nuovi posti in terapia intensiva e predisponendo la creazione di reparti per curare i contagiati negli ospedali già esistenti e in strutture da riaprire. Le istituzioni organizzano una risposta. Non è il momento di polemizzare ma di remare tutti nella stessa direzione. È un piccolo contributo che possiamo dare, pensando ai più fragili. Ci si chiede, in fondo, di restare a casa. Noi lo faremo.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x