Ultimo aggiornamento alle 15:52
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Covid-19, nessun nuovo caso positivo nel Crotonese

Il bollettino diffuso dall’Azienda sanitaria provinciale di Crotone conferma il trend della settimana. Obiettivo 500 tamponi al giorno

Pubblicato il: 18/04/2020 – 19:17
Covid-19, nessun nuovo caso positivo nel Crotonese

di Gaetano Megna
CROTONE Nessun positivo nella provincia di Crotone. Il dato ufficiale diffuso dall’Azienda sanitaria provinciale conferma il trend dell’andamento dell’attuale settimana: ieri c’era stato un solo positivo e nei precedenti quattro giorni nessuno. In sorveglianza attiva ci sono 1.507 persone di cui 1.294 a fine quarantena. Sostanzialmente i soggetti da tenere sotto la lente di ingrandimento attualmente sono in tutto 203. Dei 1.507 pazienti 321 presentavano sintomi e sono stati e ancora oggi sono seguiti a casa (Usca) e, quindi, non hanno avuto bisogno di ricovero in ospedale. Su questi soggetti non sono stati eseguiti tamponi, evidentemente perché la loro situazione non lo richiedeva. Oggi ci sono stati altri due pazienti già ricoverati in ospedale che sono guariti e dovrebbero tornare a casa domani.
IL PROTOCOLLO Il protocollo messo in atto al “San Giovanni di Dio” prevede di prolungare la permanenza in ospedale di 24 ore, dopo l’acquisizione del secondo tampone negativo. Il paziente guarito passa dal reparto Cavid-19 a Malattie infettive, dove viene monitorata la situazione complessiva. Si fa una rivalutazione clinica. Viene sanificato e poi traferito a casa. Quando passa a malattie infettive non è più un paziente Covid-19, ma potrebbe avere scompensi, che si intende evitare con il prolungamento del ricovero in ospedale di 24 ore.
LA FASE CRITICA La fase attuale fa pensare ad un superamento della situazione critica. Non si fanno tanti tamponi a persone sintomatiche perché in ospedale sono diminuiti gli accessi e, quindi, si è passati allo fase di screening per la parte più debole della popolazione. Oggi i tamponi fatti nella provincia di Crotone sono in tutto 53. Ben 30 dei quali hanno riguardato le persone che hanno a che fare con le Rsa presenti a Cutro, comune con bollino rosso, e gli altri 23 per monitorare situazioni dubbie e soggetti arrivati al pronto soccorso dell’ospedale. E’ iniziata oggi la fase di controllo del territorio, che si concluderà quando i tamponi saranno stati effettuati su tutte le persone a rischio. Si aspetta di partire con il laboratorio analisi del “San Giovanni di Dio” e l’obiettivo è di realizzare 500 tamponi al giorno. Come anticipato nei giorni scorsi dal Corriere della Calabria, l’Asp pitagorica ha già acquisito l’autorizzazione per procedere in proprio con l’analisi dei tamponi. La situazione è sotto controllo, ma guai ad abbassare la guardia, perché il Covid-19 è un brutto “cliente” e potrebbe ripartire con maggiore vigore di prima.
SOLIDARIETÀ Intanto oggi l’associazione Giovanni Molavim di Papanice, presieduta da Francesco Rosato, ha donato all’ospedale di Crotone camici, visiere, occhiali protettivi, cuffie, guanti, calzari e saturimetri. Nelle scorse settimane, in collaborazione con l’ex consigliere comunale Enrico Pedace, l’associazione ha avviata una raccolta di fondi che, tra gli altri, ha registrato la partecipazione anche di emigrati in Germania, Svizzera e Stati Uniti. A Papanice c’è stata la corsa alla solidarietà. Il materiale acquistato grazie alle donazioni è stato consegnato questa stamattina al direttore sanitario dell’ospedale di Crotone, Lucio Cosentino, che lo ha girato alla farmacia del nosocomio. Sempre l’associazione ha fatto omaggio di mascherine alle forze dell’ordine del territorio. (redazione@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x