Ultimo aggiornamento alle 23:04
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 8 minuti
Cambia colore:
 

"Riparti Calabria": le reazioni politiche

I commenti alle disposizioni del presidente Jole Santelli e della Giunta Regionale per sostenere le attività economiche della regione

Pubblicato il: 07/05/2020 – 14:48
"Riparti Calabria": le reazioni politiche

CATANZARO CATANZARO Numerose le reazioni del mondo politico calabrese all’annuncio di investimenti per 120 milioni di euro previsti nel provvedimento “Riparti Calabria” illustrato nella mattinata di oggi dal presidente della regione Jole Santelli.
«Con “Riparti Calabria” – afferma il consigliere regionale Pietro Raso (Lega) – la presidente Santelli e la Giunta Regionale hanno assunto decisioni importanti e coraggiose, con una dotazione finanziaria consistente e con modalità operative che di certo aiuteranno la ripartenza di una regione il cui profilo produttivo è fortemente legato alle piccole e piccolissime aziende. La sfida non è stata e non è da poco, chi conosce il bilancio regionale ed i percorsi di rimodulazione dei fondi europei sa quanto sia necessaria una ferma determinazione politica e i dovuti approfondimenti tecnico-burocratici. Esprimo dunque il mio pieno e convinto plauso all’iniziativa presentata stamane dalla presidente Santelli e sottolineo – quale fattore di straordinario valore ed importanza – l’aver scelto l’organismo pagatore della Regione, Arcea, quale veicolo attraverso il quale garantire pagamenti certi e con un orizzonte temporale breve. Tutti noi, infatti, siamo consapevoli di quanto e come le misure annunciate dal Governo – a causa di una inaccettabile lentezza – siano ancora solo e soltanto promesse. Come consiglieri regionali faremo tutto quanto necessario e di nostra competenza per sostenere l’azione della Giunta e della Presidente a sostegno della Calabria, delle imprese e dell’occupazione».
«Una manovra importante – afferma Sandra Savaglio, assessore regionale all’istruzione, università, ricerca e innovazione – che mostra come la Regione sia presente nei fatti concreti, cercando di fare il possibile per mantenere vivo il lavoro che tiene insieme l’intero tessuto sociale della nostra Terra, un lavoro spesso a conduzione familiare. Sono contenta e spero che anche i beneficiari con questo sostegno siano in grado di tirare un sospiro di sollievo».
Filippo Mancuso (Lega-Salvini) rivolge «un plauso alla Presidente Santelli, che ha creduto – afferma – e si è impegnata molto per attivare in tempi brevi tutte le misure di sostegno necessarie alla già delicata situazione economica della nostra regione». «Con il “Riapri Calabria” e “Lavora Calabria” la nostra regione – argomenta l’esponente regionale della Lega-Salvini – dimostra di stare al fianco delle proprie imprese territoriali e di voler consentire fin da subito una ripresa economica, che garantisca soprattutto la salvaguardia dell’occupazione». «La Calabria si prepara a dare risposte concrete, quando ancora il governo centrale ci sta pensando. Si aggiungeranno a tali aiuti – annuncia inoltre Filippo Mancuso – anche contributi per le famiglie e per i giovani, incentivi ai consumi, contributi per le famiglie che sostengono costi per studenti fuori sede; aiuti alle società sportive, oltre ai già attivati contributi di aiuto alla povertà».
«Un programma solido e concreto – afferma Tilde Minasi, capogruppo della Lega in Consiglio regionale – che sancisce ancora una volta la determinazione con la quale la governatrice ha gestito, sin dalle prime battute, l’arrivo della pandemia e che segna l’avvio di un cammino verso la ripresa, tralasciando i sensazionalismi, ma con la volontà seria e tangibile di supportare i cittadini, con attenzione, in un momento di difficolta’ che potrebbe creare non pochi problemi al tessuto economico e produttivo di cui si conoscono i disagi e gli ostacoli, soprattutto in questa fase».
Per il senatore di Forza Italia Giuseppe Mangialavori «si tratta di misure straordinarie e, per adesso, uniche nell’intero panorama nazionale. La governatrice Santelli ha imboccato con coraggio e determinazione la via per uscire definitivamente dall’emergenza, anche in considerazione delle tante mancanze del governo Conte rispetto alle legittime richieste della Calabria. Questa amministrazione regionale, malgrado sia al lavoro da pochi mesi, è dunque riuscita ad affrontare come meglio non avrebbe potuto una crisi sanitaria, sociale ed economica senza precedenti».
«Il programma “Riparti Calabria” testimonianza della politica dei fatti!». E’ quanto dichiara il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Giuseppe Neri che aggiunge: «la Calabria grazie al suo Presidente è la prima regione ad offrire uno strumento concreto di sostegno alla ripartenza, infatti, i contributi di “Riparti Calabria” non riguardano fondi di garanzia, ma reale sostegno al lavoro e ai lavoratori. Questa è la strada giusta per rimettersi in moto!».
«Grazie a queste già approvate ed alle altre in via di approvazione – afferma Sinibaldo Esposito capogruppo Casa delle libertà in Consiglio regionale – la regione Calabria si dimostra sempre più pronta a “riaprire” e “ripartire” e continuerà a salire alla ribalta nazionale, attraverso idee, trasformate in azioni coraggiose, che hanno rappresentato il motivo determinante dell’azione amministrativa di questi difficilissimi primi mesi di governo, condotta sempre e soltanto ponendo al centro di ogni iniziativa la salute dei cittadini. Sperando che l’emergenza sanitaria possa ritenersi sotto controllo, auspico che, nella fase 2, dedicata al superamento della crisi economica e sociale, il motto dei calabresi – conclude – sarà uno ed uno solo: Rialzati Calabria!»
«Da un rapporto Svimez si evince che in Calabria le imprese rischiano di perdere ben 2,2 miliardi di euro di fatturato nel solo anno 2020 e 900 milioni nel 2021. Un vero massacro che rischia di segare le gambe ad un sistema economico già fragile. Ben vengano, dunque – afferma il consigliere regionale Vito Pitaro – le misure massicce programmate dalla Regione Calabria, guidata dal presidente Jole Santelli. Quest’ultima sta dimostrando sincera vicinanza ad un’intera categoria che, altrimenti, si ritroverebbe in balìa di un Governo che sta agendo con estrema lentezza».
«”Riapri Calabria” e “Calabria lavora” non sono semplici slogan – afferma il consigliere regionale Giacomo Pietro Crinò (Cdl) – bensì interventi concreti che possono dare ossigeno a tutta una serie di attività imprenditoriali, medie e piccole, ai lavoratori, strozzati dalla crisi più grossa dal dopoguerra ad oggi». «La giunta Santelli – conclude Crinò – lasciando da parte ogni proclamo strumentale, alla prova iniziale della grande crisi in corso, sta dimostrando di essere il governo del fare e di azioni concrete volte al soddisfacimento dei bisogni dei cittadini, lavoratori, artigiani e mondo produttivo in generale».
«Un invito a superare la paura, guardando al nostro futuro con maggiore serenità, consapevoli che all’uscita dal tunnel si intravede la luce». E’ il commento dell’assessore regionale al bilancio e al personale, Francesco Talarico. «In questo senso – aggiunge Talarico – gli aiuti previsti per le piccole e medie imprese, che rappresentano l’anima del settore produttivo dell’intera regione, sono un segnale d’attenzione concreto nei confronti di tante famiglie calabresi. Un risultato raggiunto grazie all’azione armonica dell’intera Giunta, reso possibile – conclude – dalla straordinaria capacità di coordinamento del Presidente Santelli».
«Un piano di intervento – sottolinea il capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Giovanni Arruzzolo – poderoso per fronteggiare e contrastare la pesante perdita di fatturato determinata in queste settimane dal lockdown nel quale la Calabria è considerata, secondo lo Svimez, tra le Regioni più colpite. Ma va dato merito alla Presidente della Giunta Jole Santelli, non solo di aver messo a disposizione con celerità le risorse, ma di avere predisposto un sistema di richiesta veloce, privo delle solite e contorte procedure burocratiche; pochi passaggi – evidenzia Arruzzolo – che consentiranno a famiglie, imprenditori, professionisti della nostra Regione, in difficoltà, di avere in tempi brevi aiuti a fondo perduto, anche questo un aspetto non di poco conto nel pesante periodo di pandemia da covid-19 che la Calabria, come il resto del Paese, stanno vivendo».
«Con i due provvedimenti “Riapri Calabria” e “Lavora Calabria” la Regione dà una risposta concreta e immediata alle piccole imprese che si sono trovate in difficoltà per il fermo delle attività a causa dell’emergenza coronavirus». E’ quanto afferma il capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio regionale, Filippo Pietropaolo, che aggiunge: «Un provvedimento importante, frutto soprattutto del grande lavoro e della lungimiranza dell’assessore Fausto Orsomarso, che punta a preservare i livelli occupazionali e con essi la capacità produttiva e la competitività delle piccole imprese, che si reggono soprattutto sul valore del capitale umano, e che devono poter guardare con fiducia al futuro».
«”Riapri Calabria” e “Calabria lavora” – afferma il vicepresidente del Consiglio regionale, Luca Morrone (Fratelli d’Italia) – rappresentano due soluzioni ottimali per dare linfa vitale a tutta una serie di attività imprenditoriali e ai lavoratori, che pagano sulla loro pelle gli effetti devastanti di questo dramma economico e sociale senza precedenti. Pertanto – conclude Morrone – l’invito è ai calabresi ad accedere con fiducia e celerità a questo nuovo strumento di sostegno finanziario per tramutare nei fatti una azione politica che questa maggioranza di governo ha saputo mettere in campo velocemente in un momento così difficile per tutto il Paese».
«Dei 120 milioni messi a disposizione delle imprese e dei dipendenti calabresi – afferma il consigliere regionale Pierluigi Caputo, del gruppo “Santelli Presidente” – 40 saranno dedicati alle prime mentre 80 alle seconde. Non abbiamo bisogni di annunci spot o di misure che prima di arrivare concretamente in mano ai calabresi si incardinano nelle lungaggini della burocrazia . Il bonus sarà erogato anche nei confronti di chi ha già richiesto altre misure disposte nei Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri nelle scorse settimane e questo è un rafforzativo della nostra misura».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x