Ultimo aggiornamento alle 23:16
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Aeroporto di Lamezia, l'incubo senza fine degli stagionali: l'appello del Comune alla Regione

A rischio l’occupazione di 80 lavoratori per i quali non è stata riconosciuta alcuna forma di sostegno economico. L’appello alla Santelli e agli assessori Orsomarso e Catalfamo

Pubblicato il: 08/06/2020 – 12:31
Aeroporto di Lamezia, l'incubo senza fine degli stagionali: l'appello del Comune alla Regione

di Giorgio Curcio
LAMEZIA TERM
E È una vicenda che si ripete ciclicamente anno dopo anno. Ma quest’anno ad aggravare una situazione di per sé già critica è stata la quarantena e quel lockdown che di fatto ha bloccato le attività per oltre due mesi. Per i lavoratori stagionali dell’aeroporto di Lamezia Terme gestito dalla Sacal, dunque, si tratta di un incubo senza fine, nonostante l’impegno di sindacati e politica, anche in considerazione del recente accordo per la cassa integrazione ottenuto per circa 300 lavoratori della Sacal, ma che ha escluso da qualsiasi sostegno economico proprio gli stagionali.
80 LAVORATORI A RISCHIO A prendersi carico della loro situazione è stato anche il Comune di Lamezia Terme attraverso l’incontro congiunto della VI e VII Commissione permanente consiliare con all’ordine del giorno proprio le problematiche lavorative e reddituali degli stagionali dell’aeroporto lametino. Incontri che hanno visto la presenza delle sigle sindacali interessate (FILT CGIL, UGL Calabria e UIL). Sul tavolo, dunque, l’occupazione di 80 lavoratori stagionali aeroportuali, collocati solo nello scalo lametino, con un contratto semestrale e chiamati solitamente proprio all’inizio della stagione estiva quando il numero dei viaggiatori in transito nello scalo lametino si intensifica. Volumi di traffico che, a causa della pandemia da coronavirus, quest’anno saranno notevolmente ridimensionati. Ma per i lavoratori, alcuni impegnati anche per un decennio, non è stata prevista alcuna forma di sostegno economico o tutela.
L’APPELLO Dal Consiglio comunale di Lamezia, dunque, arriva l’appello unanime alla Regione Calabria, alla governatrice Jole Santelli e agli assessori Orsomarso e Catalfamo affinché «diano una risposta ai lavoratori stagionali dell’aeroporto di Lamezia attraverso la predisposizione di una norma regionale che preveda l’utilizzo di un ammortizzatore sociale per un periodo di tempo della durata di 12 mesi, da aprile 2020 ad aprile 2021, o comunque rapportato alla durata dei contratti con i quali i lavoratori in questione erano stati contrattualizzati nell’anno precedente». (redazione@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x