Ultimo aggiornamento alle 21:48
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Processo "Apocalisse" pene scontate in Appello

Il secondo grado di giudizio celebrato nei confronti delle persone ritenute appartenenti ad una organizzazione criminale dedita al narcotraffico nella città di Cosenza si è concluso con consistenti…

Pubblicato il: 24/06/2020 – 8:34
Processo "Apocalisse" pene scontate in Appello

CATANZARO Pene rideterminate al ribasso. La Corte d’Appello di Catanzaro presieduta da Anna Maria Saullo, con a latere i colleghi Giuseppe Perri e Angelina Silvestri, si è pronunciata nei confronti degli imputati del processo “Apocalisse”. L’operazione coordinata dalla Dda di Catanzaro porto agli arresti quelli che sono ritenuti gli appartenenti ad una organizzazione criminale dedita al narcotraffico e che operava nella città di Cosenza. Le motivazioni saranno rese note tra 90 giorni, mentre l’ultima parola spetterà agli ermellini della Corte di Cassazione. Ad aiutare gli investigatori nel corso delle indagini fu il collaboratore di giustizia Luca Pellicori, storico amico di Marco Perna figlio dello storico boss cosentino Franchino Perna. Grazie alle rivelazioni del collaboratore di giustizia, i carabinieri riuscirono a ricostruire la filiera organizzativa dello spaccio operata da quelli che sono ritenuti appartenenti al sodalizio criminale guidato da Perna. Rispetto alla condanna inflitta dal tribunale di Cosenza in composizione collegiale (leggi qui) le pene sono state ridotte.
LE CONDANNE
Marco Perna: 15 anni di reclusione
Pasquale Francavilla: 6 anni e 8 mesi di reclusione
Andrea Minieri: 7  anni e due mesi di reclusione
Giovanni Giannone: 8 anni di reclusione
Giuseppe Chiappetta: 7 anni di reclusione
Alessandro Andrea Cairo: 6 anni e 11 mesi di reclusione
Riccardo Gaglianese: 7 anni e 8 mesi di reclusione
Paolo Scarcello: 7 anni di reclusione
Ippolito Tripodi: 6 anni e 9 mesi di reclusione
Giacinto Bruno: assolto
Giuseppe De Stefanis: 7 anni di reclusione
Francesco Scigliano: 7 anni di reclusione
Danilo Giannone: 6 anni e 8 mesi di reclusione
Denis Pati: 6 mesi di reclusione e 1500 euro di multa (mi.pr.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x