Ultimo aggiornamento alle 21:13
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

I sindaci del Tirreno incontrano il Prefetto. «Ribaditi i problemi di sicurezza nei territori» – VIDEO

Una delegazione di amministratori locali ha interloquito con il rappresentante di Governo e i vertici delle forze dell’ordine. «In estate la popolazione aumenta per 10 volte»

Pubblicato il: 20/08/2020 – 16:06
I sindaci del Tirreno incontrano il Prefetto. «Ribaditi i problemi di sicurezza nei territori» – VIDEO

COSENZA Sfuma la stagione estiva così come gli ultimi giorni d’agosto. Ma se i sindaci del Tirreno Cosentino hanno deciso di incontrare il Prefetto di Cosenza, Cinzia Guercio, insieme ai vertici delle forze dell’ordine dell’intera provincia è perché entrambe le parti sono proiettate al prossimo anno. L’incursione violenta di quattro giovani nel centro storico di Diamante ha scombussolato la tranquillità di un gruppo di amministratori comunali che hanno chiesto un incontro urgente ai responsabili della sicurezza sul territorio allarmati dagli episodi violenti che si sono registrati tanto quanto dalla paura di nuovi contagi da Covid-19. Località turistiche prese d’assalto e non a caso la delegazione degli amministratori era guidata dal sindaco di Diamante, Ernesto Magorno che all’incontro è stato accompagnato dai colleghi di Santa Maria del Cedro con il sindaco Ugo Vetere,  Grisolia con l’assessore Erica Bellusci e Mayerà con il sindaco Giacomo De Marco. Gli amministratori al massimo esponente del Governo sul territorio così come al colonnello della Guardia di Finanza, Danilo Nastasi, al Questore Giovanna Petrocca e al colonnello dei Carabinieri Pietro Sutera hanno palesato le difficoltà riscontrate sul territorio per la gestione dell’ordine pubblico nel corso del periodo estivo. «Con i sindaci abbiamo sottolineato un dato conosciuto già –ha spiegato Magorno al termine dell’incontro -. La popolazione dei comuni che amministriamo durante il periodo estivo si moltiplica per dieci è evidente che le forze dell’ordine che operano sul nostro territorio svolgono un lavoro eroico. Al loro pari fanno un lavoro egregio anche i vigili urbani. Ma purtroppo sono insufficienti numericamente. Abbiamo chiesto che si faccia un lavoro comune per rappresentare al Ministro degli Interni così come al Ministro della Difesa che nella prospettiva della prossima stagione turistica c’è necessario un incremento di personale». L’episodio di Ferragosto a Diamante è suonato come un campanello d’allarme, il limite colpo della sopportazione unito alla consapevolezza che poteva accadere qualcosa di ben più grave come accaduto due anni fa con la morte di Francesco Augeri, ucciso a colpi di lama dopo una rissa tra giovani scoppiata per futili motivi. (mi.pr.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x