Ultimo aggiornamento alle 9:51
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Rocca di Neto, al via lo screening epidemiologico con test antigenici

L’amministrazione cittadina guidata dal sindaco Dattolo sigla una convenzione con una casa di cura per prevenire la diffusione del Covid 19

Pubblicato il: 06/11/2020 – 20:18
Rocca di Neto, al via lo screening epidemiologico con test antigenici

CROTONE Il Comune di Rocca di Neto (Crotone) e la casa di cura Romolo Hospital srl hanno stipulato una convenzione per l’attività di screening epidemiologico attraverso test antigenici rapidi su tampone antigenico. Lo si legge in una nota nella quale si evidenzia che «è volontà del sindaco Alfonso Dattolo e dell’amministrazione comunale intraprendere un programma di azioni volto a prevenire la diffusione del virus Sars-Cov-2 e a rilevare l’incidenza in un campione della popolazione residente nel comune di Rocca di Neto. In intesa con la proprietà e la dirigenza sanitaria della Romolo Hospital srl, Carmela Sanguedolce e professor Ubaldo Prati, impegnata alla cooperazione territoriale a servizio della comunità, informata l’Asp di Crotone, si conviene effettuare un numero pari a 500 tamponi nasofaringeo antigenici su un campione della popolazione da individuare attraverso l’analisi dei medici di medicina generale operanti nel territorio di Rocca di Neto». L’attività di screening – prosegue la nota – «verrà avviata il 10 novembre, con una capacità di testing giornaliero stimata in n.100 tamponi rapidi. Le modalità di esecuzione, processazione, refertazione e comunicazione verranno organizzate dalla Romolo Hospital. Laddove si riscontrasse una positività la stessa verrà comunicata al rispettivo medico di base del paziente ed anche al Dipartimento di Prevenzione dell’Asp di Crotone, per l’avvio delle previste attività di conferma mediante tampone molecolare. La responsabilità e i compiti organizzativi del programma sono affidati a un’unità di coordinamento composta da Comune, Romolo Hospital, medici di medicina generale e dirigenti scolastici. Alla suddetta attività di testing è contestuale la raccomandazione del Sindaco e dell’amministrazione comunale, alla rigida osservanza delle prescrizioni e buone pratiche circa l’igiene, l’uso dei dispositivi di protezione individuale (Dpi) e le misure di distanziamento sociale per contenere l’emergenza sanitaria».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb