Ultimo aggiornamento alle 9:58
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Cosenza, la rivolta dei clacson. «Vogliamo Strada commissario» – VIDEO

Decine di auto in corteo per chiedere la nomina del presidente di Emergency o comunque una scelta «libera dalle logiche di partito»

Pubblicato il: 17/11/2020 – 20:29
Cosenza, la rivolta dei clacson. «Vogliamo Strada commissario» – VIDEO

COSENZA È la rivolta dei clacson che strombazzano dalle automobili dei Cosentini che si sono ritrovati per ribadire la volontà di gradire come commissario alla sanità calabrese Gino Strada. Sono state un centinaio le macchine che hanno attraversato la città rompendo il silenzio del coprifuoco imposto dal lockdown. È la terza manifestazione nel capoluogo di provincia da quando per l’intera regione è stata istituita la zona rossa. Quella di oggi arriva al termine di un vortice innescato sulle nomine di governo di coloro che dovranno gestire le sorti della sanità in Calabria. Il passo indietro di Giuseppe Zuccatelli e la mancata accettazione dell’incarico da parte dell’ex rettore della Sapienza, Eugenio Gaudio sono state accolte con entusiasmo. Non a caso lo slogan della manifestazione è stato “sulla Strada giusta”. Sanità pubblica per tutti e reddito a chi ne ha bisogno le richieste reiterate anche questa volta.
«In migliaia da settimane chiediamo, attraverso le mobilitazioni, cose molto chiare: un servizio sanitario regionale realmente pubblico e accessibile, un reddito dignitoso per chi è in difficoltà, l’azzeramento del debito sanitario prodotto dalla malapolitica, la riapertura degli ospedali chiusi e l’assunzione di personale sanitario. Questa è la Strada da percorrere, senza se e senza ma – sostengono gli organizzatori -. L’unica nomina che può segnare un cambio di passo e guidare la Calabria in questa direzione dev’essere libera dalle logiche di partito, in grado di rappresentare una rottura con il passato, assecondando unicamente gli interessi dei cittadini e non quelli dei signori della sanità privata convenzionata, che si arricchiscono con i soldi pubblici, costringendoci ad emigrare per curarci. Gino Strada risponde senza dubbio a queste esigenze».
Dallo Ionio al Tirreno, dal Pollino allo Stretto, invitiamo tutti i calabresi e tutte le calabresi a mobilitarsi e a scendere in strada con le macchine nelle loro città e nei loro paesi per difendere la nostra regione e lottare per un futuro migliore. (mi.pr.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb