Ultimo aggiornamento alle 13:03
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

emergenza covid 19

Costante aumento dei ricoveri, la “trincea” degli ospedali calabresi

L’ultima rilevazione Agenas: soglia di saturazione abbondantemente superata nell’area medica. Ma crescono anche i pazienti nelle rianimazioni

Pubblicato il: 10/04/2021 – 7:31
Costante aumento dei ricoveri, la “trincea” degli ospedali calabresi

CATANZARO L’impennata inesorabile dei ricoveri per Covid 19. La Calabria si avvia a tornare zona arancione da lunedì ma purtroppo uno degli indicatori più “sensibili” della perdurante emergenza continua a registrare cifre e percentuali in aumento in Calabria. Nella nostra regione infatti ormai da giorni – a parte giovedì –  il numero dei ricoveri per Covid 19 in area medica cresce ed è costantemente e abbondantemente oltre la soglia critica del 40% (superando anche la media nazionale), e anche i ricoveri in terapia intensiva sono sempre pericolosamente vicini alla soglia critica del 30%. Il dato emerge dall’analisi della rilevazione giornaliera dell’Agenas sull’occupazione dei posti letto negli ospedali calabresi da parte di pazienti di Coronavirus: l’ultimo monitoraggio dell’Agenzia per i servizi sanitari regionali segnala tra giovedì e venerdì in Calabria un aumento dell’1% sia per l’area medica, con un’occupazione di posti letto al 49%, sia per le terapie intensive, con un’occupazione al 26%.

La rilevazione Agenas al 9 aprile

Hub calabresi dunque sotto pressione, e del resto lo conferma anche il trend dei ricoveri che emerge dal bollettino della Regione, con un balzo all’insù piuttosto evidente (e preoccupante) nelle ultime 24 ore: ieri i nuovi ricoveri sono stati nel complesso 18, e l’aumento ha riguardato sia le malattie infettive (+17, per 465 ricoveri complessivi), sia le terapie intensive (+1, per 39 ricoveri complessivi). A Catanzaro i ricoveri sono 113 (di cui 13 in terapia intensiva), a Cosenza 203 (di cui 17 in terapia intensiva), a Reggio Calabria 129 (di cui 9 in terapia intensiva), a Crotone 43, a Vibo Valentia 16. Trend in crescita che è poi sintetizzabile in un altro dato: a ieri i ricoveri complessivi in Calabria sono 504, una settimana fa erano 442 (in pratica, in media in Calabria ci sono 10 ricoveri al giorno). Trendi in (decisa) crescita che poi si riflette plasticamente nel monitoraggio dell’Agenas stilato alla luce delle soglie di saturazione individuate dal decreto del ministro della Salute del 30 aprile 2020: la soglia del 40% per l’area non critica (per la quale si intendono i posti letto di area medica afferenti alle specialità di malattie infettive, medicina generale e pneumologia), e la soglia del 30% per le terapie intensive: nel primo caso la Calabria è al 49% (di gran lunga superiore alla media nazionale, che è al 42%), nel secondo al 25% (qui, per fortuna, il dato calabrese è inferiore alla media nazionale, che è del 40%).

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x