Ultimo aggiornamento alle 7:02
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

I provvedimenti

Voto di scambio, estorsione e corruzione. Tutti gli indagati dell’operazione Alibante

Sette persone finiscono in carcere, 10 ai domiciliari, 2 le misure restrittive. Tra le accuse anche turbativa d’asta rivelazione di segreti d’ufficio

Pubblicato il: 03/05/2021 – 9:34
Voto di scambio, estorsione e corruzione. Tutti gli indagati dell’operazione Alibante

CATANZARO Le indagini dell’operazione Alibante sono state avviate dopo una serie di denunce presentate da imprenditori del Lametino, relative alle estorsioni poste in essere dalla cosca Bagalà.
Le 19 persone interessate dei provvedimenti sono ritenute responsabili, a vario titolo, dei reati di associazione di tipo mafioso, concorso esterno in associazione di tipo mafioso, scambio elettorale politico-mafioso, corruzione, estorsione, consumata e tentata, intestazione fittizia di beni, rivelazione di segreti d’ufficio e turbativa d’asta.

I nomi

In carcere
Carmelo Bagalà (’41), di Gioia Tauro;
Alfredo Carnevale (’84), di Nocera Terinese;
Alessandro Gallo (’89), di Lamezia Terme
Mario Gallo (’64), di Falerna;
Vittorio Macchione (’51), di Nocera Terinese;
Vittorio Palermo (’58), di Ischia;
Eros Pascuzzo (’87), di Lamezia Terme

Ai domiciliari
Maria Rita Bagalà (’69) di Lamezia Terme residente ad Aosta;
Francesco Cardamone (’81), residente a Nocera Terinese;
Giovanni Costanzo (’67), residente a Falerna;  
Vincenzo Dattilo (’56), di Lamezia Terme;
Francesco Antonio De Biase (’71), di Lamezia Terme;
Luigi Ferlaino (’68), di Falerna;
Raffaele Gallo (’95), di Conflenti;
Giovanni Eugenio Macchione (51), detto “Cagino o Calimero”,  di Lamezia Terme;
Antonio Rosario Mastroianni (’47), detto Tonino “u milanese” o “postino” di Nocera Terinese;
Antonio Pietro Stranges (’53), di Conflenti.

Misure interdittive
Antonio Cario (’70), di Lamezia Terme, divieto di contrarre con la pubblica amministrazione per un anno;
Antonio Gedeone (’68), divieto di rivestire uffici direttivi delle persone giuridiche per un anno.

Tutti gli indagati:

Domenico Aragona;

Ferdinando Aragona;

Rosario Aragona;

Michele Aragona;

Carmelo Bagalà;

Maria Rita Bagalà;

Francesca Bagalà;

Emilio Barletta;

Ugo Barletta;

Peppino Calidonna;

Francesco Cardamone;

Paolo Cosentino;

Giovanni Costanzo;

Renzo Cardamone;

Antonio Cario;

Alfredo Carnevale;

Vincenzo Dattilo;

Francesco Antonio De Biase;

Luciano Gerardo Esposito;

Luigi Ferlaino;

Luca Furgione;

Alessandro Gallo;

Mario Gallo;

Raffaele Gallo;

Antonio Gedeone;

Umberto Gedeone;

Andrea Gino Giunti;

Salvatore Grandinetti;

Giovanni Eugenio Macchione;

Vittorio Macchione;

Bruno Malvaggio;

Antonio Rosario Mastroianni;

Pasquale Motta;

Vittorio Palermo;

Enzo Pandolfo;

Eros Pascuzzo;

Benito Provenzano;

Alessandro Rubino;

Giuseppe Scandinaro;

Antonio Pietro Stranges;

Gino Strangis;

Maria Rosaria Virardi.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb