Ultimo aggiornamento alle 23:22
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

i nodi della sanità

Ospedale di Catanzaro, si allarga il “buco” di bilancio: rosso da oltre 54 milioni

Consuntivo 2020 dell’azienda Pugliese Ciaccio: rispetto al 2019 una variazione del 273%. Pesano la ricognizione dei crediti e il contenzioso

Pubblicato il: 01/07/2021 – 8:24
Ospedale di Catanzaro, si allarga il “buco” di bilancio: rosso da oltre 54 milioni

CATANZARO Perdita d’esercizio pari superiore a 54 milioni, 39 in più rispetto all’anno precedente, con una variazione del 273%. I conti restano in profondo rosso, all’azienda ospedaliera “Pugliese Ciaccio” di Catanzaro, vedendo i numeri del bilancio 2020 approvato nei giorni scorsi dal commissario straordinario Francesco Procopio. Una situazione contabile dunque pesante, fortemente condizionata da alcune voci in genere peggiorate e da alcune operazioni di “bonifica” e “pulizia” dei crediti di dubbia esigibilità. Nella relazione allegata al bilancio d’esercizio 2020 il commissario straordinario del “Pugliese Ciaccio” scrive anzitutto che «i costi della produzione sono aumentati di 39.280.126,26 euro, portandosi dall’importo registrato a chiusura del bilancio 2019, pari ad euro 185.751.504,63, agli attuali euro 225.031.630,89, con una variazione di circa il 21%. Scostamento ancora maggiore – prosegue il documento – si è registrato rispetto al valore dei costi di produzione ipotizzato con il bilancio di previsione del 2020, pari ad euro 185.113.578,22, determinato sulla base dei dati di preconsuntivo 2019». Secondo Procopio «il dato negativo deve, tuttavia, essere analizzato in maniera più approfondita, tenendo nel debito riguardo l’impatto economico determinato da alcune operazioni straordinaria realizzate, con le scritture di assestamento, a chiusura dell’esercizio 2020. Ci si riferisce, in particolare, all’attività di analisi delle partite creditorie aperte al 31 dicembre 2020, posta in essere dall’Azienda in vista della redazione del bilancio di esercizio, e che ha portato ad operare svalutazioni per la complessiva somma di euro 13.049.961,76», tra questi sono stati in particolare svalutati crediti verso aziende pubbliche della Regione, per euro 9.443.914,088 (di cui euro 8.288.068,95 verso le Asp ed euro 1.205.345,13 nei confronti delle aziende ospedaliere). Ovviamente, sui conti dell’azienda ospedaliera “Pugliese Ciaccio” ha pesato anche l’impatto del Covid, che è sintetizzabile nel dato euro 425.648,47 per i crediti derivanti dai tamponi effettuati a favore di case di cura private convenzionate. Ma – prosegue la relazione del commissario aziendale – a peggiorare la situazione è soprattutto l’enorme mole del contenzioso, al punto che «i costi dell’esercizio sono stati aggravati da accantonamenti straordinari operati a Fondo Rischi, per un importo complessivo di euro 19.943.532,46». Il dato di sintesi è un conto economico dell’azienda ospedaliera Pugliese Ciaccio di Catanzaro che per il 2020 chiude a consuntivo con una perdita di 54,256 milioni (nel 2019 la perdita fu di poco superiore ai 14,5 milioni). (c. a.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x