Ultimo aggiornamento alle 21:01
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

la decisione

Indagine sul campo rom di Scordovillo, disposta la liberazione di Acanfora

Decisione del tribunale della libertà di Catanzaro che ha accolto l’istanza dei legali del commercialista, Raimondi e Costa

Pubblicato il: 07/07/2021 – 20:25
Indagine sul campo rom di Scordovillo, disposta la liberazione di Acanfora

CATANZARO Il Tribunale della Libertà di Catanzaro (Filippo Aragona Presidente, a latere Valeria Isabella Valenzi, Giuseppe De Salvatore, giudici) ha ordinato l’immediata liberazione di Liberato Acanfora, dottore commercialista di 59 anni,che era stato posto agli arresti domiciliari dal Gip Distrettuale di Catanzaro nell’ambito dell’inchiesta della Dda catanzarese sul centro raccolta rifiuti di contrada Scordovillo di Lamezia Terme. Lo rendono noto i legali di Acanfaro. «L’indagato, col patrocinio dei suoi avvocati Nunzio Raimondi e Manuela Costa, si era rivolto al Tribunale – si legge nella nota dei legali – con richiesta di riesame che è stata discussa il 6 luglio scorso. In tale sede il pm, dottoressa Chiara Bonfadini, ha insistito per il rigetto del riesame. I difensori, d’altra parte, con un’articolata memoria hanno dimostrato l’assoluta estraneità del dottor Acanfora a tutte le accuse contestate. Oggi l’annullamento dell’ordinanza genetica per insussistenza del quadro indiziario e l’ordine di immediata liberazione dell’indagato».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x