Ultimo aggiornamento alle 9:02
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

l’appello

Bruno Bossio (Pd): «Non si fa campagna elettorale sugli incendi»

La parlamentare dem: «Spendere bene fondi Pnrr, per prevenzione e cura territorio. Basta con le falsità sul numero dei forestali»

Pubblicato il: 13/08/2021 – 19:15
Bruno Bossio (Pd): «Non si fa campagna elettorale sugli incendi»

ROMA Fare campagna elettorale sulla responsabilità degli incendi è intollerabile. Lo ha detto la deputata calabrese del Pd, Vincenza Bruno Bossio, che in un’intervista all’Adnkronos invita tutti unitariamente a fronteggiare l’emergenza e a evitare inutili polemiche, che non aiutano una terra funestata dalle fiamme.
«Come ha detto il capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio – ha dichiarato Bruno Bossio – oggi la Calabria ha bisogno di fronteggiare l’emergenza. La priorità è spegnere gli incendi, con tutte le difficoltà che chi è impegnato sul territorio sta da giorni fronteggiando. La Calabria ha conosciuto vicende analoghe negli anni passati, anche se non così gravi, e stavolta l’intervento della Protezione civile è stato molto rilevante. Pensiamo all’emergenza, certo, ma quando poi gli incendi vengono spenti e l’estate è passata, ci si dimentica quello che è successo e non si fa nulla per evitare che i drammi si ripresentino».
«Sappiamo bene – prosegue la deputata del Pd – che solo il 2% degli incendi è di origine naturale. Fatta questa valutazione allora c’è da chiedersi cosa si fa per reprimere il dolo? E’ qui che dovrebbe intervenire la magistratura. La politica può fare e deve fare molto in termini di prevenzione ma in questi giorni ho sentito dire delle cose molto imprecise, a cominciare dal fatto che la Calabria da sola ha più forestali del Canada. Tre volte falso. Ora ce ne sono circa 3000 più altri 7-800 del personale dei consorzi. Negli anni passati ce n’erano di più e, infatti, la Calabria non bruciava».
«Sento dire che contro gli incendi servono le tecnologie. Sarà anche vero – continua Enza Bruno Bossio – ma il vero snodo della prevenzione è la ‘cura’ dei boschi e della macchia. Per curare i boschi ci vuole il personale. Invece vedo che c’è chi, anche in questa fase drammatica, continua a criminalizzare la Calabria come fosse una terra di fannulloni e di forestali sfaccendati che, invece di fare il proprio lavoro, fanno bruciare la regione. In Calabria non ci sono abbastanza uomini, mezzi e tecnologie per la manutenzione dei boschi e del territorio, per il controllo e la prevenzione. Questa è la verità».
«Non si fa campagna elettorale sugli incendi. Oggi si interviene per scongiurare l’emergenza, domani chi vincerà le elezioni regionali e governerà, dovrà agire per la prevenzione e la lotta agli incendi. Il Pnrr mette a disposizione dei fondi, c’è un progetto del Pnrr che va in direzione della sostenibilità e di conseguenza per la salvaguardia dei boschi, la tutela del territorio e dell’ambiente. Usiamolo».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb