Ultimo aggiornamento alle 22:03
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

il caso

Ricercatrice pestata selvaggiamente a Tortora, identificati gli aggressori

I carabinieri si sono mossi subito dopo la denuncia di Beatrice Lucrezia Orlando. Sarebbero due uomini e due donne

Pubblicato il: 17/08/2021 – 20:27
Ricercatrice pestata selvaggiamente a Tortora, identificati gli aggressori

TORTORA Sarebbero quattro le persone denunciate per l’aggressione a Beatrice Lucrezia Orlando, l’insegnante originaria di Potenza pestata selvaggiamente il 6 agosto da alcuni vicini di casa dopo aver soccorso alcuni cani randagi. I quattro sarebbero stati individuati dai carabinieri, che si sono mossi nelle ore successive alla denuncia di Orlando, divenuta virale in poche ore. Si tratterebbe di due uomini e due donne, tutti originari del Napoletano.

Il racconto dell’aggressione

A raccontare l’aggressione era stata la ricercatrice sul proprio profilo Facebook: «Aggredita – ha scritto –. In mezzo alla strada da quattro vicini del mare. Senza motivo. Non aggiungo i commenti sulle varie. I lividi e i buchi in faccia sono il minimo. Ero in bici per i fatti miei – si legge nel nel lungo post di sfogo condiviso sui social – neanche li conosco. Davvero. Non gli ho fatto niente. Mi hanno rotto anche i denti. Aggredita da quattro. Non fotografo il resto del corpo, devo davvero dire di dove sono? No. Non stranieri. Fa notizia oppure no? Vogliamo agire prima?».

Picchiata per aver soccorso alcuni cuccioli

La donna, 42 anni, è originaria di Roma e lavora come ricercatrice per l’Università degli Studi di Ferrara. È in Calabria per trascorrere alcuni giorni di vacanza. Che si sono, purtroppo, trasformati in un incubo: «Come ogni mattina – ha raccontato al Corriere della Sera – sono uscita con il mio cane Charlie per fare una passeggiata. A un tratto, ho sentito dei guaiti provenire da sotto un’auto, posteggiata nei pressi della mia abitazione. Ho riportato a casa Charlie e sono uscita nuovamente per capire cosa fossero quei lamenti. Ho potuto notare una cagnolina, denutrita, con il collarino e tre cuccioli, anche loro molto debilitati». Così ha avvertito l’Enpa e si è presa cura dei cuccioli. A quel punto sarebbe stata aggredita verbalmente una prima volta, da una donna. Quanto i volontari sono intervenuti, Orlando sarebbe stata bloccata da quattro persone, che l’avrebbero aggredita. «La strada è trafficatissima, ma nessuno ha osato soccorrermi. Sono riuscita a raggiungere casa trascinandomi», ha spiegato.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x