Ultimo aggiornamento alle 11:04
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

regionali 2021

Occhiuto: «Sui miei conti operazioni trasparenti. Da Bankitalia segnalazioni di routine»

La risposta a un servizio di “Domani” nel quale si parla di «flussi finanziari sospetti» legati a una società con il manager Posteraro

Pubblicato il: 23/09/2021 – 12:55
Occhiuto: «Sui miei conti operazioni trasparenti. Da Bankitalia segnalazioni di routine»

COSENZA «Mai avrei immaginato che si potessero sfruttare le mie aziende, il mio impegno a creare ricchezza e lavoro, che oltretutto è precedente al mio ingresso in politica, per alimentare la polemica pre-elettorale. Ma tant’è: la mancanza di argomenti porta a tentare il tutto per tutto…». Roberto Occhiuto, candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Calabria, risponde all’articolo del quotidiano “Domani” pubblicato oggi che parla di «bonifici sospetti al futuro governatore»’ finiti nel mirino dell’antiriciclaggio di Bankitalia. Raggiunto al telefono dall’Adnkronos, l’attuale capogruppo alla Camera di Forza Italia assicura che le «due operazioni bancarie di cui si parla nell’articolo difficilmente potrebbero essere più trasparenti». Si tratta, infatti, «dell’incasso per la vendita di una società, avvenuto con un assegno richiamato nell’atto notarile, e del pagamento di una prestazione professionale regolarmente fatturata».

«Da Bankitalia segnalazione di routine»

La «segnalazione della Banca d’Italia, invece», sottolinea l’esponente azzurro, «è una mera attività di routine, a cui soggiacciono i movimenti dei conti correnti di tutti gli italiani». Occhiuto respinge le accuse sulle sue società e alcuni pagamenti, precisando che sono «del tutto regolari» anche i prestiti Covid incassati dalle aziende di cui è titolare. «Si fa anche riferimento ai cosiddetti prestiti Covid di cui le mie società, come del resto buona parte delle aziende italiane -rimarca- hanno beneficiato. Peccato che l’accenno sia inutilmente malizioso e i numeri citati errati, mentre davanti alle difficoltà di realtà produttive si dovrebbe avere ben altro atteggiamento».

«Posteraro nominato dopo la comparazione tra curricula»

Quanto ai rapporti con il suo socio, Paolo Posteraro, Occhiuto dice: «Non capisco, poi, la polemica sul ruolo di manager pubblico del mio socio, nominato a seguito della comparazione tra diversi curricula e impegnato nel mondo delle istituzioni già molti anni prima di entrare in società con me».

Domani: «Flussi finanziari sospetti»

L’articolo di Domani riferisce delle quote possedute da Occhiuto in quattro società e della nomina del socio del candidato in un’azienda partecipata dal comune di Cosenza. «Su una di queste imprese controllate dal candidato presidente – si legge nel servizio – si sono accesi i riflettori dell’antiriciclaggio di Banca d’Italia. Da quanto risulta a Domani, infatti, i detective che seguono i flussi finanziari sospetti si sono concentrati su alcuni versamenti incassati da Occhiuto da un suo socio e da una delle azienda di cui entrambi sono azionisti. Un assegno e un bonifico per un totale di 21mila euro incassati da Occhiuto nello stesso mese in cui la società “Fondazione patrimonio artistico retail” beneficiava della garanzia del Mediocredito centrale (controllato da Invitalia) per ottenere prestiti dalle banche per oltre 350mila euro sfruttando il decreto liquidità Covid. Il suo socio d’affari nonché manager si chiama Paolo Posteraro, piazzato in due partecipate del comune di Cosenza amministrato da Mario, il fratello del candidato». «Tra il 17 e il 24 novembre 2020 – si legge ancora – sul conto del candidato alla regione approdano 21mila euro. Un primo accredito deriva dall’incasso di un assegno di Posteraro, 11mila arrivano con un bonifico dalla “Fondazione patrimonio artistico retail”. La movimentazione è secondo l’autorità antiriciclaggio sospetta: anche perché Posteraro ha un ruolo di amministratore di aziende pubbliche del comune amministrato dal fratello di Occhiuto».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb