Ultimo aggiornamento alle 6:50
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

i controlli

Maida, aveva in casa una pistola pronta all’uso: denunciato 38enne

Arma clandestina nascosta nell’armadio della camera da letto. Scoperte dai carabinieri anche cartucce da guerra

Pubblicato il: 24/10/2021 – 7:13
Maida, aveva in casa una pistola pronta all’uso: denunciato 38enne

MAIDA Una pistola revolver Smith & Wesson calibro 32 clandestina, carica e quindi pronta all’uso è l’arma che è stata trovata ad un 38enne di Maida disoccupato, già noto alle forze dell’ordine. La pistola con le 6 cartucce inserite nel tamburo era riposta nell’armadio della sua camera da letto. Questo è ciò che i militari della Stazione di Maida insieme ai Carabinieri dello Squadrone Eliportato Cacciatori di “Calabria” hanno rinvenuto in prima battuta mentre, successivamente, dopo un approfondita e accurata perquisizione della casa che il maidese condivide con la compagna, sono state scoperte, nascoste in una cassaforte nel soggiorno, altre cartucce di vario calibro tra cui anche alcune da guerra: 5 cartucce calibro 9 GFL Nato rigenerate e 4 cartucce calibro 7,65.
Il revolver e tutte le cartucce sono state poste sotto sequestro e messe a disposizione dell’autorità giudiziaria di Lamezia Terme mentre il 38enne veniva denunciato in stato di libertà per detenzione abusiva di arma corta e munizionamento.
A margine, è utile evidenziare che la tipologia di pistola sequestrata, ovvero i revolver, vengono frequentemente utilizzati dalla criminalità organizzata per azioni di fuoco, in quanto la caratteristica di ritenere il bossolo all’interno dell’arma senza espellerlo dopo lo sparo, non consente alle forze di polizia di eseguire esami balistici comparativi.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb