Ultimo aggiornamento alle 16:23
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

Dal nazionale

Maltempo al Sud, nuova vittima in Sicilia: muore annegato 53enne

L’uomo è stato travolto dall’acqua a Gravina. In difficoltà una nave con 367 migranti. Il sindaco di Catania: non uscite di casa

Pubblicato il: 26/10/2021 – 16:06
Maltempo al Sud, nuova vittima in Sicilia: muore annegato 53enne

CATANIA Un’altra vittima del maltempo in Sicilia, nel Catanese: a Gravina di Catania un uomo di un 53enne è morto ha perso la vita a causa del nubifragio che a Gravina di Catania ha portato all’allargamento delle strade con, inoltre, l’accumulo copioso di acqua piovana. L’automobilista è sceso dalla vettura allagata, quando è stato trascinato dalla forza dell’acqua. Sul posto sono intervenuti i vigili urbani di Gravina che non hanno ancora reso note le generalità della vittima non residente nel paese in provincia della città etnea.

Nel catanese interventi continui della protezione civile

Nel catanese famiglie e automobilisti sono stati soccorsi dalla Protezione civile regionale e da associazioni di volontari. Strade come fiumi in piena a Catania, come la centralissima via Etnea e piazza Duomo. Allagato lo storico mercato della “Pescheria” e invasa anche la fontana.
Il prefetto Maria Carmela Librizzi ha convocato per oggi pomeriggio una riunione in Prefettura per fare un punto sulla situazione determinatasi a causa dell’eccezionale ondata di maltempo che sta interessando da domenica scorsa il territorio provinciale e che dovrebbe proseguire anche nei prossimi giorni.

La nave della Ong in balia delle onde

Situazione critica anche in mare. La furia delle onde sta rendendo pericolosa la navigazione della nave “Geo Barents” di “Medici senza frontiere”. L’imbarcazione dell’organizzazione umanitaria si trova a poche miglia al largo della costa siciliana con 367 migranti a bordo ed ha richiesto un porto di approdo.

Ordinanza del sindaco di Catania: «Non uscite di casa»

Negozi chiusi a Catania per il maltempo. Lo ha disposto il sindaco Salvo Pogliese con un’apposita ordinanza. «A seguito dell’aggravarsi delle condizioni meteo e dei ripetuti inviti ai cittadini a non muoversi da casa per la condizione di emergenza in funzione del rischio a cui è esposta la popolazione – si legge in una nota del Comune – il sindaco Salvo Pogliese ha firmato un’ordinanza, disponendo con effetto immediato e sino alle ore 24 di oggi la chiusura, degli esercizi commerciali ad eccezione delle farmacie, di quelle di prodotti alimentari e di prima necessità del Comune di Catania che invece possono rimanere aperte».
«Esorto tutta la popolazione – ha scritto su Facebook Pogliese – a non uscire di casa se non per ragioni di emergenza, perché le strade sono invase dall’acqua. Sono in contatto con la Protezione civile nazionale e nelle prossime ore faremo una riunione con il Prefetto e le altre forze dell’ordine per fronteggiare il disastro di queste ore. Da ieri – sottolinea il sindaco di Catania – la nostra città vive una drammatica situazione legata alle condizioni meteorologiche che stanno flagellando tutta la parte orientale della Sicilia, eventi eccezionali senza precedenti per violenza e intensità. Purtroppo un uomo è morto a Gravina, vittima di fenomeni atmosferici estremi che, come a Scordia, ci colpiscono con altri lutti».
«Per la gravità della situazione ho disposto, in accordo con il Prefetto – aggiunge Pogliese – la chiusura immediata di tutte le attività commerciali fino alla mezzanotte di oggi martedì 26 ottobre, a eccezione di farmacie, delle attività alimentari e di prima necessità. Tutti gli uomini e le donne della Protezione Civile con i volontari stanno lavorando per rispondere alle centinaia di chiamate di emergenza, insieme ai vigili del fuoco e alle forze dell’ordine. Sono tanti – chiosa il sindaco Pogliese – i cittadini intrappolati che chiedono interventi di emergenza per lo straordinario livello di forza raggiunto dalla pioggia».

Le ricerche della donna scomparsa

Nelle campagne di Lentini continuano intanto le ricerche della donna di 61 anni dispersa da due giorni in contrada Ogliastro. Il corpo del marito, agricoltore di 67 anni in pensione, è stato ritrovato ieri in un agrumeto lontano dal luogo dove erano stati visti l’ultima volta. Alle operazioni partecipano vigili del fuoco, carabinieri e volontari della protezione civile.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb