Ultimo aggiornamento alle 22:53
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

tempo di elezioni

Provincia di Catanzaro al voto: il centrodestra si divide in 5 liste, una per il centrosinistra – NOMI

Presentati i candidati per il rinnovo del Consiglio di Palazzo di Vetro, in programma il 18 dicembre. Maggioranza frammentata, “conta” tra i big

Pubblicato il: 28/11/2021 – 13:28
Provincia di Catanzaro al voto: il centrodestra si divide in 5 liste, una per il centrosinistra – NOMI

CATANZARO Tutto secondo copione e tutto secondo le previsioni: il centrodestra si divide in 5 liste, riconducibili ai vari big sul territorio pronti a una “conta” senza esclusione di colpi, una sola lista invece per un centrosinistra che stavolta mostra un’inedita vocazione unitaria. È questo in sintesi il dato politico che emerge all’esito della presentazione delle candidature – in totale 51 – per il rinnovo del consiglio provinciale di Catanzaro, in programma il prossimo 18 dicembre. Un appuntamento elettorale importante, sia pure al netto della peculiarità del voto (ponderato, e riservato solo agli e per gli amministratori locali), considerando che cade tra le Regionali del 3 e 4 ottobre, che hanno completamente ridisegnato gli equilibri negli schieramenti, soprattutto nel centrodestra, e le amministrative di Catanzaro in programma nella prossima primavera-estate. E questo contesto particolarmente frastagliato ha avuto il suo effetti nelle trattative per la presentazione delle liste, trattative piene di tossine e di fibrillazioni nel centrodestra oggi maggioranza a Palazzo di Vetro con la presidenza di Sergio Abramo. Alla fine i “colonnelli” se ne vanno ognuno per conto proprio: le cinque liste riconducibili al centrodestra infatti – evidenziano i più attenti osservatori pollici – rifletterebbero le lotte intestine nella coalizione (in particolare nel partito di Forza Italia), con i vecchi leoni che provano  tenere botta ai giovani rampanti. E così, in lizza per il Consiglio provinciale ci sarà la lista “Noi in Provincia”, riconducibile – riferiscono gli analisti – al coordinatore regionale di Forza Italia Giuseppe Mangialavori, alla neo consigliere regionale azzurra Valeria Fedele, ma anche all’Udc e all’area dell’ex consigliere regionale Baldo Esposito e Marco Polimeni. In lizza  poi un’altra lista di matrice forzista, “Centrodestra per Provincia di Catanzaro”, allestita dal coordinatore provinciale di Forza Italia Mimmo Tallini, che i bene informati danno in rotta di collisione con Mangialavori. E poi, la lista “La  Provincia ci lega”, targata Carroccio e messa in campo dal neo presidente del Consiglio regionale Filippo Mancuso con il robusto contributo del consigliere regionale Pietro Raso. Ancora: la lista “Venti da Sud Provincia di Catanzaro”, preparata dal neo consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Antonio Montuoro, vicepresidente uscente della stessa Provincia. Era incerta fino all’ultimo ma in realtà è stata la prima a essere presentata, infine, la lista di “Coraggio Italia”, il partito di Sergio Abramo. Come si può vedere, dunque, tutti i big del centrodestra in modo più o meno diretto sono in campo: la smania di contarsi e misurarsi sembra abbastanza evidente, al di là delle dichiarazioni di facciata improntate a un’unità che non c’è. Diverso invece il clima in casa centrosinistra: fino alla vigilia si era valutata la possibilità di presentare due liste ma alla fine in corsa per il Consiglio provinciale ce ne sarà una soltanto, “Progressisti per la Provincia di Catanzaro”, frutto del lavoro di cucitura del neo consigliere regionale del Pd Ernesto Alecci e dei consiglieri provinciali uscenti Marziale Battaglia e Gregorio Gallello, una lista molto competitiva la definiscono gli addetti ai lavori. Ora dunque non resta che attendere l’esito del voto di queste Provinciali che poi consegnano anche altri due dati: a parte il nome di Sergio Costanzo, si riscontra infatti l’assenza di candidati espressione del Consiglio comunale di Catanzaro, assenza dovuta al fatto che nel capoluogo si voterà tra qualche mese, e poi il ritorno sulla scena politica provinciale del Comune di Lamezia Terme, con tre candidati al Consiglio di Palazzo di Vetro. (a. c.)

I CANDIDATI AL CONSIGLIO PROVINCIALE

“Coraggio Italia”: Ferdinando Sinopoli, Domenico D’Agostino, Domenico Paone, Valentina Angela Isabella, Rosetta Rigillo, Maria Grazia Casalinuovo.

“La Provincia ci Lega”: Santina Colao, Antonietta Folino, Mario Amedeo Mormile, Salvatore Sinopoli, Francesco Trunzo, Marisa Viglianisi.

“Centrodestra per la Provincia di Catanzaro”: Baldassarre Arena, Alessandro Falvo, Sergio Ibisco, Alba Maria Miriello, Paolo Poerio, Sara Scalise, Anna Maria Scicchitano,  Sabrina Talarico.

“Venti da Sud Provincia di Catanzaro”: Quiroz Nancy Marleida Aranzalez, Nicola Azzarito Cannella, Domenico Savio Donato, Pietro Fazio, Francesca Fodaro, Francesco Fragomele, Luigi Guzzo, Delia Ielapi, Salvatore Loccisano, Rosaria Giuseppina Rizzo, Annalisa Spinelli, Serafino Gallo.

“Noi in Provincia”: Mariarosa Aiello, Sergio Costanzo, Elisabetta Ferraina, Davide Fulginiti, Davide Mastroianni, Paolo Mattia, Annamaria Pirilli.

“Progressisti per la Provincia di Catanzaro”: Laura Moschella, Francesco Scalfaro, Mario Barbieri, Raffaele Mercurio, Pantaleone Narciso, Salvatore Paone, Gregorio Gallello, Lucia Alessandra Cittadino, Mario Deonofrio, Lucia Minerva, Angela Rita Colosimo, Giuseppina Ruffo.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x