Ultimo aggiornamento alle 22:19
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 5 minuti
Cambia colore:
 

LA SEDUTA

Reggio, Versace sulla crisi in Comune: «Quando c’è confronto, c’è democrazia»

Conclusa la seduta del consiglio metropolitano. Presa d’atto della sospensione di Neri, Marino e Zimbalatti. Lunedì 6 riunione sul Pnrr

Pubblicato il: 30/11/2021 – 18:23
Reggio, Versace sulla crisi in Comune: «Quando c’è confronto, c’è democrazia»

REGGIO CALABRIA Si è conclusa a Palazzo Alvaro, sede della Città Metropolitana di Reggio Calabria, la seduta del consiglio presieduta dal neo vicesindaco Carmelo Versace. Tra i 19 punti all’ordine del giorno i primi sono serviti a registrare l’ingresso in aula dei consiglieri Giovanni Latella, Giuseppe Sera e Giuseppe Giordano in surroga dei consiglieri Giuseppe Marino, Antonino Zimbalatti ed Armando Neri sospesi per effetto della “Legge Severino” dopo la condanna ricevuta nel primo grado del processo “Miramare” (com’era stato anche per il sindaco metropolitano, Giuseppe Falcomatà).
Nel prosieguo sono stati approvati – dai consiglieri presenti nella sala “Leonida Repaci” o collegati da remoto – tutti i punti all’ordine del giorno che hanno riguardato il riconoscimento di debiti fuori bilancio, la ratifica di alcune deliberazioni del sindaco metropolitano, variazioni al documento contabile ed al Programma biennale di forniture e servizi, la revisione ordinaria delle partecipate, l’approvazione dello schema della nuova convenzione per la per la gestione e la manutenzione integrata del Parco Archeologico dei Taureani ed il Complesso di San Fantino. Su quest’ultimo punto ha relazionato il consigliere Filippo Quartuccio. Successivamente, il via libera è arrivato anche sullo schema di convenzione per la concessione e la gestione in uso della Palestra “Mimmo Surace” di Palmi che, per il consigliere Giuseppe Ranuccio, «permetterà, alla comunità, di riappropriarsi di una struttura molto importante».

Versace: «Pd guida autorevole. Nelle prossime ore una squadra più forte di prima»

Carmelo Versace, vicensindaco Città Metropolitana di Reggio Calabria

«Il nostro pensiero non può che andare all’avvocato Falcomatà e ai colleghi sospesi», dice il vicesindaco Carmelo Versace, nominato al posto di Armando Neri subito dopo la sentenza nel processo “Miramare”. Versace plaude alle misure approvate nella seduta odierna, «importanti per la vita dell’ente e per proseguire nel solco tracciato».
Inevitabile un commento sulle dinamiche politiche che hanno seguito la sospensione del sindaco e che campeggiano come punto interrogativo sul futuro di Palazzo San Giorgio. «Quando c’è confronto significa che c’è democrazia», dice Versace. «Io non sono abituato a stare dietro ai pettegolezzi ma a valutare i fatti. E in questo momento dicono che c’è una maggioranza che sta interloquendo; che sta valutando come proseguire nell’azione amministrativa».
A far discutere era stata anche la sua nomina come “secondo” a Palazzo Alvaro che, facendo il paio con quella di Brunetti – di passaggio prima della seduta – aveva sancito il passaggio provvisorio del timone di Comune e Città Metropolitana dal Pd a Italia Viva-Azione. «C’è – continua Versace – una guida autorevole che è quella del Partito Democratico, che guida l’amministrazione insieme a tanti gruppi partitici e politici che hanno aiutato, supportato nemmeno un anno fa l’elezione dell’avvocato Falcomatà e quindi ci sarà sicuramente modo nelle prossime ore di uscire con una squadra più forte di quella di prima».

Pnrr, convocata per lunedì 6 una riunione coi sindaci dell’area metropolitana

A margine della seduta,  Versace ha inoltre voluto rinnovare gli auguri di buon lavoro ai neo consiglieri Sera, Latella e Giordano certo che «riusciranno a mettere al servizio del comprensorio la loro grande esperienza». Al contempo ha rinnovato la solidarietà ai colleghi sospesi.
«Quella odierna – ha concluso – è stata una riunione positiva, utile non solo a dare slancio all’azione amministrativa dell’Ente, ma ad approvare due importanti convenzioni che interesseranno l’area archeologica di Palmi e la palestra “Surace”. Una testimonianza concreta e diretta, l’ennesima, della presenza della Città Metropolitana sui territori». Dopo la seduta il vicensindaco annuncia che è già programmata per il prossimo lunedì 6 dicembre una seduta con tutti i sindaci dell’area metropolitana per avviare una discussione sul Pnrr. «Ci saremo come Città Metropolitana, ma immagino che ci sarà anche il Comune di Reggio Calabria».

I consiglieri metropolitani in surroga

All’atto del proprio insediamento, il consigliere Giuseppe Sera ha espresso solidarietà e vicinanza al sindaco Giuseppe Falcomatà ed ai consiglieri sospesi. «Da questo scranno – ha detto – devo portare il sostegno di tutta la politica perché non v’è dubbio che, di riflesso, la Città Metropolitana sta vivendo quello che sta accadendo al Comune di Reggio Calabria con momenti di assestamento che porteranno, sicuramente, al primato della politica come servizio per il bene dei nostri concittadini». «Allo stesso tempo – ha aggiunto Sera – il mio sentimento è duplice considerato l’orgoglio che accompagna il mio impegno per rappresentare una parte della Città Metropolitana».
Anche Giuseppe Giordano si è detto vicino ai consiglieri sospesi definendo «anomalia del sistema» la norma cosiddetta Severino che «mina i principi basilari della democrazia». «Auspicando un intervento del Parlamento che modifichi la legge – ha spiegato Giordano – entro in aula con la medesima tensione ideale che mi ha accompagnato, per cinque anni, da Presidente del Consiglio provinciale. Darò il mio contributo per il periodo che starò in questa nobile assise perché la Città metropolitana possa trovare le dimensioni che le spettano, diventando centro nodale della propulsione politica che va oltre i confini del nostro territorio. Sarò pronto a cogliere tutte le sfide che questa assemblea dovrà affrontare d’ora in avanti». (f.d.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x