Ultimo aggiornamento alle 2:04
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

l’allarme

Centinaia di licenziamenti nei trasporti in Calabria, Ugl: «La Regione ripensi il sistema»

La federazione: «L’emergenza Covid causa serie criticità a un settore che risulta fondamentale in un territorio con deficit infrastrutturali»

Pubblicato il: 08/02/2022 – 12:18
Centinaia di licenziamenti nei trasporti in Calabria, Ugl: «La Regione ripensi il sistema»

COSENZA «Già tre aziende (Simet spa, Intersaj srl, Consorzio Autolinee srl) hanno avviato procedure di riduzione del personale riguardanti ben 117 lavoratori e con evidenti, gravissime conseguenze di carattere economico e sociale per il nostro territorio e per le famiglie, considerando anche il rischio che tali criticità, possano riguardare a breve termine altre aziende del settore autolinee e trasporti; infatti anche la ditta “Romano” ha informato che dovrà procedere a dolorosi tagli fra i dipendenti». È questo l’allarmante quadro – si legge in una nota – tracciato dal sindacato Federazione provinciale Ugl Cosenza Autoferrotranvieri in una nota: «Il permanere dell’emergenza Covid sta causando rilevanti criticità in Calabria nel settore trasporto su bus privati a media-lunga percorrenza per le linee interregionali. Ciò rischia di accentuare la condizione di sofferenza socio-economica, in considerazione del permanere sia dei più elevati tassi di disoccupazione in Italia, che dei fenomeni di spopolamento e desertificazione demografica dell’intera regione. L’aggravarsi della crisi del comparto inoltre, impedirebbe, di fatto, il diritto alla mobilità per un gran numero di cittadini, in una regione dove permangono gravi deficit infrastrutturali e di servizi nei trasporti pubblici, “tamponati” fino ad ora da aziende che da sempre svolgono un lavoro di supplenza cruciale rispetto alle ataviche carenze che affliggono la Calabria ed il Sud. A tutto questo si aggiunge, come noto, la mancata proroga di ammortizzatori sociali specifici per l’attuale fase, pur in presenza della continuità dell’emergenza pandemica che determina gravi ripercussioni in molti settori produttivi, come appunto quello dei trasporti. Pertanto l’Ugl di Cosenza – oltre alle richieste già avanzate dalle segreterie, sia nazionale che regionale di incontro a Roma col Ministero per lo Sviluppo Economico – sollecita la Regione Calabria, Giunta e Consiglio, ad esaminare tale grave situazione di crisi.
L’Ugl, in base alle valutazioni effettuate – conclude la nota – ritiene che la Regione debba ripensare il sistema di sostegno anche al trasporto pubblico locale (alla luce dei rincari dei carburanti che stanno mettendo in seria difficoltà economiche tutte le Aziende) nel quadro di un piano regionale trasporti che riordini e modifichi sostanzialmente quello attuale; predisponendo una “Azienda collegamenti Regionale”, coordinata ed efficace, superando il caotico sistema attuale, che presenta una selva di collegamenti e sovrapposizioni di servizi non certo utili agli utenti, come dimostrato dall’esperienza, dalle carenze e dalle critiche dei cittadini».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x