Ultimo aggiornamento alle 14:35
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

La vicenda

Focolaio all’ospedale di Crotone, la Regione chiede “lumi” all’Asp

I vertici dell’Azienda sanitaria dovranno relazionare su quanto sta accadendo nel reparto di Medicina: 13 sanitari e 9 pazienti infetti

Pubblicato il: 17/02/2022 – 17:43
di Gaetano Megna
Focolaio all’ospedale di Crotone, la Regione chiede “lumi” all’Asp

CROTONE La Regione Calabria ha chiesto all’Azienda sanitaria pitagorica una relazione sul focolaio di Covid-19 scoppiato nel reparto di Medicina dell’ospedale di Crotone dove, per il momento, i nuovi ricoveri sono stati bloccati. La denuncia di quanto si stava consumando all’ospedale di Crotone è stata fatta ieri dal segretario provinciale della Fials, Franco Sarcone, con una lettera inviata tra gli altri al commissario dell’Azienda sanitaria provinciale, Domenico Sperlì. Nella lettera Sarcone ha usa il termine “allarmante” in quanto il contagio, sino a ieri, interessava 13 sanitari e nove pazienti ricoverati nel reparto.
Sempre nella sua lettera di ieri, Sarcone scrive: «Non rientra nella normalità l’atteggiamento di alcuni dirigenti sanitari nella gestione e prevenzione del focolaio stesso per la tutela del personale medico, infermieristico ed Oss della stessa U.O. di Medicina e di tutto il nosocomio».
Secondo quanto scrive Sarcone, al reparto di Medicina sarebbero stati negati i tamponi antigenici per monitorare la situazione del contagio. La Regione ha deciso, quindi, di vederci chiaro e capire se dovessero esserci delle responsabilità soggettive. Intanto oggi la situazione del contagio nel reparto di Medicina si è ulteriormente aggravata: sono risultati positivi altri quattro sanitari (tre medici e un infermiere). Fonti regionali dicono che, con il nuovo balzo in avanti del contagio, potrebbe essere necessario programmare un’ispezione.
Nel reparto, comunque, non ci sono più pazienti positivi, perché i contagiati sono stati trasferiti nella sezione Covid. Gli attuali ricoverati (cinque) risultano negativi. Il ritorno alla normalità potrà essere programmato solo quando nel reparto non ci saranno più ricoverati e si potrà procedere con la sanificazione dei locali.

Il quadro della pandemia nel Crotonese

Al di là dei problemi emersi nel reparto di Medicina all’ospedale di Crotone, in queste ore, si combatte contro il contagio che non arretra. Secondo il bollettino odierno, diffuso dall’Asp pitagorica, nel reparto Covid ci sono 29 pazienti ricoverati (raggiunto il limite massimo), altri sette utenti della provincia pitagorica sono ospiti della terapia intensiva dei nosocomi calabresi e ci sono stati due decessi (uno a Scandale e l’altro a Strongoli). Il contagio, quindi, non dà segni di arretramento e oggi i nuovi positivi sono 209. La situazione più critica si registra nella città pitagorica con 69 nuovi positivi e 1.016 casi attivi, a Cirò Marina (29 nuovi casi e 393 attivi), a Cotronei (quattro nuovi casi e 69 attivi), a Cutro (dieci nuovi e 105 attivi), a Isola Capo Rizzuto (39 nuovi e 478 attivi), a Petilia Policastro (dieci nuovi e 166 attivi), a Rocca di Neto (sette nuovi e 144 attivi) e a Strongoli (tredici nuovi e 107 attivi). (redazione@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x