Ultimo aggiornamento alle 16:51
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

l’attesa

Sorveglianza speciale per attivisti cosentini, la Procura chiede di rigettare la misura

Prima udienza al Tribunale di sorveglianza a Catanzaro. Si discute la posizione di Jessica Cosenza e Simone Guglielmelli

Pubblicato il: 14/03/2022 – 12:01
Sorveglianza speciale per attivisti cosentini, la Procura chiede di rigettare la misura

CATANZARO Questa mattina, al tribunale di sorveglianza di Catanzaro, si è tenuta la prima udienza in merito alla richiesta di sorveglianza speciale avanzata dalla Questura di Cosenza nei confronti di due attivisti: Jessica Cosenza e Simone Guglielmelli. I giovani sono ritenuti «soggetti pericolosi per la sicurezza pubblica». La Procura ha richiesto di rigettare la misura e il giudice si è riservato di decidere.

«Siamo molto fiduciosi»

«Siamo molto fiduciosi che venga accolta la richiesta del pm e dei nostri avvocati Maurizio Nucci e Giuseppe Lanzino», sostengono in una nota i due attivisti. «Il tentativo di colpire, attraverso le misure di repressione preventiva, le forme di attivismo sociale radicate sul nostro territorio rappresentano un attacco alla libertà di dissenso e un favore a chi condanna la nostra terra a povertà, ricatti ed emigrazione».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x