Ultimo aggiornamento alle 14:34
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

il ricordo

«Una vita dedicata a Roberta»

Stamani sono stato colta da sgomento per la notizia appresa a mezzo stampa, della scomparsa di Franco Lanzino.Sì, Franco Lanzino, al quale ho voluto tanto bene e del quale ho riconosciuto sempre l…

Pubblicato il: 08/05/2022 – 14:02
di Vincenzo Caserta*
«Una vita dedicata a Roberta»

Stamani sono stato colta da sgomento per la notizia appresa a mezzo stampa, della scomparsa di Franco Lanzino.
Sì, Franco Lanzino, al quale ho voluto tanto bene e del quale ho riconosciuto sempre le sue doti umane. Franco, venuto alla ribalda della cronaca nazionale per l’efferato delitto perpetrato nei confronti della sua amata figlia Roberta che ha sconvolto totalmente la sua vita.
Da quel momento, una vita totalmente dedicata a lei, Roberta, fatta di piccoli ma importanti passi insieme alla sua amata Matilde, sempre accanto a lui nella battaglie civili e sociali che hanno visto sempre risultati di assoluta evidenza che si vedono ma soprattutto si sono sentiti.
Battaglie civili che per la prima volta hanno evidenziato il problema della violenza di genere con una presenza sempre attiva e partecipe della Fondazione da lui e Matilde costituita in nome di Roberta che ha nel nostro Paese e soprattutto in Calabria fatto scuola non solo di pensiero educativo sul problema della violenza ma, anche attraverso la costituzione di servizi e di reti di assistenza verso donne in difficoltà accogliendole, sostenendole, supportandole nelle loro vicissitudini giornaliere, creando così attorno a sé un gruppo di operatori che continuano ancora oggi e sicuramente continueranno a dare il massimo di se stessi.
Ci siamo lasciati con Franco qualche settimana fa con un impegno a vedersi.
Ci teneva che facessimo un progetto sociale insieme, era ricco di iniziative ed io ero felice di collaborare con lui per realizzare qualche iniziativa comune con la Fondazione di Roberta, dovevamo discutere proprio nei giorni a venire… Ma ora lo sono ancora di più!
Caro Franco, non ce l’ho fatta a vederti ma, conoscendoti so già cosa ci saremmo detti e nel ricordo più bello che tu mi hai lasciato – «la fondazione è pure tua» – farò in modo con Matilde di renderti il pezzo di me stesso che è pronto a stare a fianco di chi ha sempre lavorato e lavora per gli ultimi.
Sei andato in cielo dove finalmente potrai scoprire tutte le verità nascoste della vita e dove potrai riabbracciare la tua Roberta che ti accoglierà con il sorriso di sempre e insieme di spingere tutti i tuoi affetti ed i tanti amici a superare il dolore della tua assenza fatta sempre di positività, di caparbietà e di coraggio nell’affrontare con forza tutte le cose che sei riuscito a donarci.
Una assenza che comunque andrà ad essere ricompensata dal lavoro che la Fondazione continuerà a dare in questa terra martoriata da tanti e a volte insuperabili problemi.
Sono contento di esserti stato amico e vicino per tanti anni come tu lo sei stato con me nei momenti difficili della mia vita. Ci siamo voluti bene, un bene corrisposto anche dalla mia compagna alla quale dicevi «…hai la stessa età di Roberta».
Quello che posso dirti che il mio impegno sociale e civile andrà nella direzione da te tracciata e mi sforzerò ad usare quelle maniere gentili e rassicuranti che tu sapevi dare a tutti nell’impegno che per tanti anni ti ha visto in prima linea.

*già Dirigente Regione Calabria

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x