Ultimo aggiornamento alle 22:54
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

il talk

Pizzo, la sfida delle Comunali dopo il trauma dello scioglimento per mafia

Confronto tra Pititto e Muzzopappa. La sfida del Pnrr da portare avanti e i progetti di lavori pubblici che “dormono” nei cassetti

Pubblicato il: 11/05/2022 – 19:01
Pizzo, la sfida delle Comunali dopo il trauma dello scioglimento per mafia

LAMEZIA TERME Nuovo appuntamento con “20.20”, l’approfondimento in onda questa sera alle 21 sul canale 75 de “L’altro Corriere”.
In questa edizione riflettori puntati su Pizzo Calabro, una delle principali municipalità calabresi chiamate ad andare al voto amministrativo il prossimo 12 giugno.
Tre i candidati a sindaco in lizza, due presenti nel talk di questa sera per l’indisponibilità di Emilio De Pasquale dovuta ad impegni sopraggiunti.
In studio dunque, Francesco Muzzopappa e Sergio Pititto che hanno dato vita ad un confronto interessante e non privo di spunti polemici.
Entrambi a capo di cartelli civici, i candidati a sindaco del municipio napitino, hanno evidenziato il lavoro profuso sul fronte della formazione delle liste, che dovranno rappresentare il primo vero argine ai tentativi di infiltrazione mafiosa sempre dietro l’angolo in realtà ambientalmente delicate. E infatti Pizzo è reduce da un traumatico scioglimento per mafia che ha condizionato non poco la sua vita pubblica negli ultimi anni.
Un motivo in più per presentare compagini all’altezza sul piano morale ed etico, ma anche in termini di professionalità. Perché, come hanno affermato, sia Pititto che Muzzopappa c’è la sfida del Pnrr da portare avanti, ma anche i progetti di lavori pubblici del passato che dormono nei cassetti del comune e che necessitano di essere rimessi in pista per evitare che l’importante centro tirrenico continui a perdere preziose opportunità.
Altra sfida, tra le altre sarà anche la lotta ai rifiuti e alle fonti potenziali e reali di inquinamento del litorale pizzitano. Su questo, entrambi i candidati hanno le idee chiare, ma soprattutto la consapevolezza che l’opera repressiva, e anche preventiva, della Procura di Vibo Valentia guidata da Camillo Falvo è la base su cui costruire una Pizzo più pulita e vivibile.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x