Ultimo aggiornamento alle 19:24
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

La storia

In fuga dalla Toscana invaghito di una ragazza: rintracciato minore a Cosenza

Il ragazzo ha raccontato agli operatori di Polizia di ricercare una sua coetanea conosciuta tramite il social network “Tik Tok”

Pubblicato il: 19/06/2022 – 16:07
In fuga dalla Toscana invaghito di una ragazza: rintracciato minore a Cosenza

COSENZA Rintracciato un minore che si era allontanato volontariamente dalla Toscana in cerca di una ragazza di cui si era invaghito sul social “Tik Tok”. È stato identificato ieri mattina mattina, intorno alle ore 10.20 circa, da personale in servizio presso la Questura di Cosenza in località Padula del Comune di San Pietro in Guarano (CS). Il minore si era allontanato dalla Toscana, il 16 giugno scorso. La nonna aveva così denunciato in Questura l’allontanamento volontario dalla loro abitazione, in qualità di tutrice del ragazzo.
È stata la Centrale operativa della Questura toscana dove risiede il ragazzo, nelle prime ore del 17 giugno, a segnalare all’omologo Ufficio della Questura di Cosenza che il minore si trovava sul territorio di Cosenza, come era emerso da accertamenti tecnico investigativi.
Questa mattina, personale della Squadra Mobile che era impegnato nei servizi finalizzati al rintraccio del minore predisposti dal questore della provincia di Cosenza, ha ritrovato il ragazzo che vagava da solo tra le villette site in località Padula di San Pietro in Guarano (Cs).
«Il minore – riferisce la Questura di Cosenza –, visibilmente provato ha trovato accoglienza e amorevolezza presso i nostri uffici in cui i poliziotti hanno fatto a gara per dare al ragazzo ogni attenzione tanto da creare attorno a lui un clima di serenità che ha portato il minore stesso, sentendosi tra “amici”, a raccontare le sue vicissitudini personali e il suo disagio che attualmente vive».
Il ragazzo ha così raccontato agli operatori di Polizia di essere giunto a Cosenza al fine di ricercare una sua coetanea conosciuta tramite il social network “Tik Tok”, della quale si era invaghito.
Intanto, dell’avvenuto ritrovamento del minore, è stato immediatamente informata la Questura nel luogo della Toscana che, a sua volta, ha informato la nonna.
Il minore, in attesa dell’arrivo della tutrice, è stato affidato al personale della Croce rossa, delegazione di Cosenza, che ha dato la propria disponibilità ad ospitarlo. Il minore, infatti, nel tempo libero, svolge attività di volontariato in Toscana, presso la Croce Rossa. Del tutto è stata costantemente tenuta informata l’Autorità giudiziaria competente.
COSENZA Rintracciato un minore che si era allontanato volontariamente dalla Toscana in cerca di una ragazza di cui si era invaghito sul social “Tik Tok”. È stato identificato ieri mattina mattina, intorno alle ore 10.20 circa, da personale in servizio presso la Questura di Cosenza in località Padula del Comune di San Pietro in Guarano (CS). Il minore si era allontanato dalla Toscana, il 16 giugno scorso. La nonna aveva così denunciato in Questura l’allontanamento volontario dalla loro abitazione, in qualità di tutrice del ragazzo.
È stata la Centrale operativa della Questura toscana dove risiede il ragazzo, nelle prime ore del 17 giugno, a segnalare all’omologo Ufficio della Questura di Cosenza che il minore si trovava sul territorio di Cosenza, come era emerso da accertamenti tecnico investigativi.
Questa mattina, personale della Squadra Mobile che era impegnato nei servizi finalizzati al rintraccio del minore predisposti dal questore della provincia di Cosenza, ha ritrovato il ragazzo che vagava da solo tra le villette site in località Padula di San Pietro in Guarano (Cs).
«Il minore – riferisce la Questura di Cosenza –, visibilmente provato ha trovato accoglienza e amorevolezza presso i nostri uffici in cui i poliziotti hanno fatto a gara per dare al ragazzo ogni attenzione tanto da creare attorno a lui un clima di serenità che ha portato il minore stesso, sentendosi tra “amici”, a raccontare le sue vicissitudini personali e il suo disagio che attualmente vive».
Il ragazzo ha così raccontato agli operatori di Polizia di essere giunto a Cosenza al fine di ricercare una sua coetanea conosciuta tramite il social network “Tik Tok”, della quale si era invaghito.
Intanto, dell’avvenuto ritrovamento del minore, è stato immediatamente informata la Questura nel luogo della Toscana che, a sua volta, ha informato la nonna.
Il minore, in attesa dell’arrivo della tutrice, è stato affidato al personale della Croce rossa, delegazione di Cosenza, che ha dato la propria disponibilità ad ospitarlo. Il minore, infatti, nel tempo libero, svolge attività di volontariato in Toscana, presso la Croce Rossa. Del tutto è stata costantemente tenuta informata l’Autorità giudiziaria competente.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x