Ultimo aggiornamento alle 22:30
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Amministrative 2022

Acri al ballottaggio, Capalbo e Zanfini ai nastri di partenza

Il sindaco uscente al primo turno ha ottenuto il 49,6% dei consensi. Lo sfidante il 39,72%. Nessun apparentamento con le liste di Cofone

Pubblicato il: 26/06/2022 – 11:10
Acri al ballottaggio, Capalbo e Zanfini ai nastri di partenza

ACRI Urne aperte dalle 7 del mattino anche ad Acri per il turno di ballottaggio delle Amministrative 2022. I 20.420 elettori potranno recarsi ai seggi entro le 23. Trentacinque le sezioni aperte e dislocate sull’intero territorio della cittadina che sorge ai piedi della Sila cosentina. A sfidarsi per vestire la fascia tricolore il sindaco uscente Pino Capalbo e Natale Zanfini.
Al primo turno Capalbo ha sfiorato il successo ottenendo 5.713 preferenze cioè il 49,60% del totale. Al suo sfidante sono andati 4.580 voti pari al 39,72% dei consensi dei cittadini che si sono recati a votare lo scorso 12 giugno. L’altro contendente Angelo Giovanni Cofone non è riuscito nell’impresa. La sua candidatura sorretta da due liste – Sinistra italiana e Movimento 5 Stelle – ha raccolto 1.232 voti pari al 10,68% delle preferenze.
Due settimane addietro, ad Acri sono andati alle urne 11.713 cittadini pari al 57,36% degli aventi diritto al voto. 
Alla griglia di partenza così, ci saranno Capalbo e Zanfini. Il sindaco uscente è sostenuto da sette liste di ispirazione di centrosinistra. Si tratta del Partito democratico che al primo turno ha ottenuto 1.551 voti, di Articolo Uno (613 voti), del Partito socialista italiano (523 voti) e da Azione di Calenda (337 voti). A cui si aggiungono tre liste civiche: Pino Capalbo sindaco (1.291 voti), Civicamente Acri (871) e Acrinsieme (613 voti).
Natale Zanfini, invece, è sostenuto da sei liste civiche che si richiamano al centrodestra. Ed in particolare Moderati per Acri, che due settimane fa ha ottenuto 940 consensi, Acri Futura (879 voti), Acri bellissima (856 voti), Uniti centro e periferie (703 voti), Acri.0 (561 voti) e Cambiamo Acri (504 voti).
Nessun apparentamento è stato registrato tra le due liste che sostenevano Cofone con i due candidati in corsa per la carica di sindaco.
Così, al turno di ballottaggio i 1.232 voti, ottenuti dallo schieramento uscito sconfitto il 12 giugno scorso, restano “liberi”. (rds

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x