Ultimo aggiornamento alle 21:22
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

infrastrutture

De Masi: «Con l’Alta Velocità la Calabria può uscire dalla marginalità»

Primo webinar di approfondimento nel Dibattito pubblico. «Treni da 750 metri potranno partire dal porto di Gioia Tauro»

Pubblicato il: 27/07/2022 – 12:00
De Masi: «Con l’Alta Velocità la Calabria può uscire dalla marginalità»

CATANZARO Si è svolto lo scorso 26 luglio il primo dei due webinar di approfondimento previsti nell’ambito del Dibattito pubblico sull’alta velocità ferroviaria da Salerno a Reggio Calabria, coordinato dal professore Roberto Zucchetti e relativo al progetto del raddoppio della tratta Paola/San Lucido Marina-Cosenza e della nuova galleria Santomarco, nel territorio cosentino.  Al webinar in questione, intitolato «L’Alta Velocità come occasione di sviluppo per il Meridione», hanno partecipato Rosaria Succurro, presidente della Provincia di Cosenza, Andrea Agostinelli, presidente dell’Autorità portuale Gioia Tauro, e Antonino De Masi, imprenditore che opera nell’area portuale di Gioia Tauro. 
Zucchetti, che ha moderato il confronto fra gli intervenuti, ha raccolto le diverse richieste arrivate dai cittadini, invitando a trasmetterle per mail ai contatti ufficiali, indicati al link https://dp.avsalernoreggiocalabria.it/contatti/, e ribadendo che tutte le questioni pervenute riceveranno risposte complete e saranno portate al tavolo dei decisori.
Enrico Cieri e Nicoletta Antonias, tecnici di Rete ferroviaria italiana, hanno introdotto i lavori illustrando le analisi progettuali svolte nelle «tre dimensioni, economica, ambientale e sociale», i vantaggi e le ricadute per la Calabria e per l’intero Sud dell’alta velocità ferroviaria che attraverserà anche la Campania e la Basilicata. Cieri ha sottolineato che le opere in programma consentiranno, per esempio, di far viaggiare «treni da 750 metri, più competitivi, anche lungo la linea adriatica e con partenza dal porto di Gioia Tauro». 
Andrea Agostinelli, presidente dell’Autorità portuale di Gioia Tauro ha espresso apprezzamento per l’alta velocità ferroviaria, che, ha aggiunto, consentirà un ulteriore sviluppo dello stesso porto, cioè del «più grande insediamento industriale della Calabria», peraltro punto di arrivo della «via della seta» e finalmente servito da «un gateway ferroviario che ora consente la partenza di 12 coppie di treni a settimana». 
Antonino De Masi ha detto che il porto di Gioia Tauro «è un’eccellenza grazie al grande lavoro di Agostinelli, ma anche un’isola, oltre la quale c’è disperazione e sofferenza». «Perciò – ha aggiunto – la rete infrastrutturale è elemento chiave per la crescita del territorio, tra l’altro oppresso dalla ’ndrangheta. Da cittadino pretendo che la Calabria abbia una rete ferroviaria ad alta velocità come le altre regioni dell’Italia. Così potremo uscire da una condizione di marginalità, essere competitivi e recuperare terreno sul piano economico e sociale». 
Rosaria Succurro, presidente della Provincia di Cosenza, ha manifestato «tanto ottimismo e spirito positivo in merito all’alta velocità ferroviaria per il Sud; anche per quanto riguarda il settore della cultura e dell’università, avendo in Calabria degli atenei di elevato spessore: a Cosenza, a Catanzaro e a Reggio». «Da parte nostra – ha proseguito –c’è il massimo impegno nella collaborazione, con la consapevolezza che l’alta velocità ferroviaria sarà fondamentale per la crescita turistica, culturale, economica e sociale dell’intero Mezzogiorno e della Calabria in particolare. Saremo sempre collaboranti, insieme alla Regione Calabria che, grazie al presidente Roberto Occhiuto, sta vivendo un rilancio generale nell’ambito del turismo e dei servizi principali, con grandi benefici per l’economia, l’occupazione e i diritti dei cittadini». Mercoledì 27 luglio, dalle ore 18 alle ore 19, si terrà il secondo webinar, dal titolo «Galleria Santomarco: esigenze trasportistiche e difficoltà tecniche». Dopo un’introduzione da parte di tecnici di Rete ferroviaria italiana, con Zucchetti ne discuteranno Demetrio Carmine Festa, docente di Trasporti nell’Università della Calabria, Mario Ambrogio, della Coldiretti Calabria, Ferdinando Chillà, presidente dell’Ordine dei Geometri di Catanzaro, Tonino Russo, segretario generale della Cisl Calabria, e Simone Celere, segretario generale della Fillea Cgil.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x