Ultimo aggiornamento alle 10:50
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Il contributo

«Via al nuovo centro opposizioni. Addio chiamate dei call center?»

Quanti di noi non hanno imprecato contro le chiamate selvagge da parte dei call center che, a qualsiasi ora, ci propinavano chissà quale offerta? Vini, trading online, telefonia, tv a pagamento e …

Pubblicato il: 27/07/2022 – 11:04
di Domenico Lo Duca
«Via al nuovo centro opposizioni. Addio chiamate dei call center?»

Quanti di noi non hanno imprecato contro le chiamate selvagge da parte dei call center che, a qualsiasi ora, ci propinavano chissà quale offerta? Vini, trading online, telefonia, tv a pagamento e chi più ne ha più ne metta.
Da oggi però tutto questo potrebbe vedere la parola fine, grazie al nuovo registro delle opposizioni, con il quale sarà possibile dire addio alle chiamate di telemarketing molesto, ossia le telefonate di pubblicità non richieste anche sul proprio numero di cellulare. Ma come funziona il registro? E soprattutto possiamo davvero stare tranquilli che una volta iscritti non riceveremo più chiamate?
Per quanto riguarda il primo quesito, bisogna prima spiegare in cosa consiste il nuovo strumento. In poche parole il registro delle opposizioni è stato progettato dal Ministero dello Sviluppo Economico per richiedere il blocco delle telefonate e dell’invio di messaggi da parte degli operatori di telemarketing, ma anche di chiamate effettuale con dischi e sistemi di registrazione automatica.
Il registro esiste già da qualche anno. È stato infatti istituito nel 2010, ma fino ad oggi era valido solo per i telefoni fissi. Dal 13 aprile (Dpr 26/2022), invece, l’applicabilità è stato estesa anche ai numeri di cellulare.
Per l’iscrizione al registro sono previste quattro modalità gratuite: si può scegliere di iscriversi attraverso il sito ufficiale del registro www.registrodelleopposizioni.it, tramite mail all’indirizzo iscrizione@registrodelleopposizioni.it, tramite chiamata al numero verde 800.265.265, infine tramite fax o raccomandata.
Una volta effettuata l’iscrizione, il blocco effettivo delle chiamate avverrà nel giro di 15 giorni. Tutte le aziende del settore, infatti, sono obbligate a consultare il registro e ad eliminare dalla lista dei propri contatti tutti quei numeri di telefono che vi sono iscritti.
Tuttavia, potrebbe accadere di continuare a ricevere delle chiamate con finalità pubblicitarie. In tal caso, l’utente contattato potrà rivolgersi al Garante della privacy o all’Autorità giudiziaria.
Però c’è un però. Sembra infatti che il blocco non valga per tutte le tipologie di call center. Non si applica, in primis, ai call center con sede all’estero. In questo caso infatti la legge italiana pone l’obbligo di aderire alle regole, tuttavia operando al di fuori del territorio nazionale è difficile sanzionarli in caso di violazioni. C’è poi il discorso degli operatori illegali, i quali potrebbero continuare a vessare gli utenti di telefonate senza il rischio di incorrere in sanzioni, in quanto non ufficialmente registrati.
Quindi ricapitolando, la triste realtà sta nel fatto che, chi sognava finalmente di liberarsi in modo definitivo dalle telefonate di telemarketing, potrebbe risvegliarsi e scoprire che non è davvero così.
Va detto che il Ministero dello Sviluppo Economico, il Garante della Privacy e l’Antitrust stanno lavorando per il perfezionamento dello strumento, e per arrivare a limitare il più possibile le chiamate indesiderate. Sicuramente l’estensione del registro delle opposizioni anche ai cellulari è un grande passo avanti nella lotta alle chiamate selvagge. Speriamo che in un prossimo futuro potremmo dire definitivamente addio alle fastidiose e nella maggior parte dei casi inutili telefonate di telemarketing.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x