Ultimo aggiornamento alle 21:30
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Movida

Rissa a Le Castella, emessi quattro Daspo “Willy”

Per tutta la durata del divieto i destinatari non potranno accedere al locale in cui ha avuto inizio la rissa e in alcune zone del centro cittadino

Pubblicato il: 29/07/2022 – 17:16
Rissa a Le Castella, emessi quattro Daspo “Willy”

CROTONE Il questore della Provincia di Crotone ha emesso quattro provvedimenti di D.A.C.Ur (Divieto di accesso agli esercizi pubblici ed ai locali di pubblico intrattenimento) nei confronti di altrettanti giovani, tutti residenti ad Isola Capo Rizzuto. I quattro sono ritenuti responsabili di aver preso parte ad una rissa nella frazione di “Le Castella”, nota località turistica crotonese che, in questa stagione, rappresenta uno dei centri più frequentati dalla movida giovanile.
La notte del 10 luglio scorso, all’interno di un noto locale sito a Le Castella, due dei destinatari del provvedimento, per futili motivi venivano alle mani. Solo l’intervento di un militare dell’Arma, libero dal servizio, scongiurava, temporaneamente, più gravi conseguenze. Tuttavia, chiamati a raccolta altri giovani, le due opposte fazioni si affrontavano nel piazzale posto all’esterno del locale, dando vita ad una violenta rissa, interrotta dall’arrivo di una pattuglia dei Carabinieri.
Le conseguenti investigazioni, condotte dai militari della Tenenza dei Carabinieri di Isola Capo Rizzuto consentivano di identificare quattro dei partecipanti.
Gli accertamenti della Divisione Anticrimine della Questura, anche mediante l’analisi degli elementi informativi acquisiti in corso di indagine hanno consentito al Questore di emettere le misure di prevenzione di cui si tratta, comminando a C.G. c.l. 93 e di P.G. cl. 95 un divieto di accesso pari ad anni DUE ed a L.L. cl. 95 e M.E. cl. 95 un divieto di un anno.
Per tutta la durata del divieto i destinatari non potranno non solo accedere al locale in cui ha avuto inizio la rissa ma neanche ad alcune zone del centro cittadino specificamente indicate nel provvedimento.
Per quanto concerne la provincia di Crotone si tratta della prima applicazione della misura di prevenzione atipica del D.A.C.Ur., meglio conosciuto anche come D.A.S.P.O. “Willy” perché introdotto nel 2020 a seguito della morte, a Colleferro, di un giovane ventiduenne proprio a causa di una rissa.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x