Ultimo aggiornamento alle 23:07
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

la decisione

Cetraro, dissequestrato uno stabilimento balneare

Il Tar ha accolto il ricorso dei legali Oreste ed Enrico Morcavallo. L’attività era stata raggiunta da una interdittiva antimafia

Pubblicato il: 03/08/2022 – 17:47
Cetraro, dissequestrato uno stabilimento balneare

COSENZA Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Calabria (Sezione Prima) si è pronunciato sul ricorso proposto da C.M., rappresentata e difesa dall’avvocato Oreste Morcavallo ed Enrico Morcavallo. La vicenda riguarda l’annullamento, previa sospensione dell’efficacia, dell’interdittiva antimafia datata 13 luglio 2022 ed emessa dalla Prefettura di Cosenza ai danni di uno stabilimento balneare (con chiosco bar
ristorante- pizzeria). I giudici hanno accolto l’istanza dei legali, disponendo la sospensione degli atti impugnati. Oggi pomeriggio, alle 17, è arrivata la notifica di dissequestro dello stabilimento.

I fatti

La motivazione posta a supporto dell’interdittiva risulta, per i legali, «falsa ed erronea» in quanto «la ricorrente non ha alcun rapporto di convivenza con F.P.», che tuttavia «ad oggi non risulta mai stato inserito in alcun contesto di criminalità organizzata di stampo mafioso come provato in atti».
C.M. potrà continuare ad esercitare l’attività avviata da due mesi, considerato che si tratta di una impresa stagionale e dunque legata al limitato lasso di tempo necessario ad esercitarla. (f.b.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x